SpRiTz.it * Padova * SpRiTz.it * Studenti * SpRiTz.it * Padova * Spritz.it * UniversitÓ * Spritz.it * Lavoro * Tempo libero

93
UTENTI CONNESSI
       



 
COLLABORA :.
PRESS :.
CHI SIAMO :.
PREFERITI :.


Pastrocchio




I "PASTROCCHIO" sono un gruppo di Padova,
COVER BAND dei POLICE

Francesco "Mega" Pastrocchio, nato a Lecce nel 1970, viene venduto a peso ad una famiglia che vuole farlo diventare un campione di Sumo. Prende lezioni di questo nobile sport fino all\'età di 7 anni. Poi è del Petrarca Calcio di cui è terzo portiere.
Nell\'80 vince la coppa "Gloria Sempre" di BMX (piccola curiosità: secondo arrivato in quella gara risulta essere un certo Romeo Brombin, nome che allora era ancora sconosciuto). A 13 anni, per un debito di gioco, gli vengono spezzate le dita della mano destra. I medici lo danno per spacciato, ma dopo 4 mesi di coma si alza e si incammina per i corridoi dell\'ospedale, cantando Roxanne. In quel momento passa Sting che era nello stesso ospedale aspettando la nascita del suo terzo figlio. La musica è per lui "ciò che di meglio la vita mi ha dato" o anche "un\'insopportabile malattia" e poi "un passatempo come un altro" se non "felicità e dolore" inoltre "verità e metodo" e nonostante tutto "la padella dove si cucina il mio futuro", "una scusa per fare un sacco di soldi" perché in fondo "donne e musica fanno baldoria".

Andrea Iper Pastrocchio, nato a Padova nel 1970, cresce musicalmente a Selvazzano ascoltando e seguendo ovunque la banda del paese. Dopo un tentativo di diventare majorette si dedica alla moda dal 1982 al 1983. Un viaggio a Praglia, nell\'84, lo aiuta a capire che la sua strada sarà suonare la batteria e non il "corciambolo" (strumento a cui si era dedicato con uno studio continuo fino ad allora). Il suo modo di suonare è stato definito da molti "a cappella", a causa della capacità di rendere il suono del suo strumento simile ad un coro di voci bianche.
Di lui si è detto: "è solo uno che sa essere sempre al posto giusto", "finge sempre, è come una mania", "ha le mani bucate", "è un ingrato", "lo ammazzerei", "è un giusto", "contento lui...contenti tutti".

Tommy "Super" Pastrocchio è nato a Calcutta nel 1968 ed è figlio d\'arte. Suo padre infatti si chiama Artemide detto "Arte". La madre no. La famiglia si trsferisce presto in Italia col pretesto del turismo ed abbandona il piccolo Tommy sulla riva del Po. Lì viene raccolto da una giovane e portato a Genova. Poi è a Torino, Milano, San Giorgio in Granclasse, Fontana dei Mille, Susseggi, Gornadatero Olona, Gradrsubjkkldini.
Lì si perdono le sue tracce e lo si ritrova qualche anno dopo in un negozio di dischi del centro di Padova. Fa il commesso. Comincia la vera carriera di musicista dal primo gradino della scala del successo: comincia dal basso.
Il basso è per lui fonte di ispirazione mistica, "spesso" - raccontano gli amici - "quando suona, lo si sente instaurare un vero e proprio dialogo con le sfere celesti più alte".
I suoi hobby sono il calcio, i maccheroni, il calcio sui maccheroni, i cavoli e la merenda.


http://www.pastrocchio.com





 
NICKNAME: PASSWORD:
HO PERSO LA PASSWORD
 

 
 

   

RICERCA
 


 
TOTALI: 53537
jasena   [..scrivi]  
Tientela   [..scrivi]  
tonibler   [..scrivi]  
yaesis   [..scrivi]  
yoAlyto   [..scrivi]  
manium   [..scrivi]