BLOG MENU:


stoz, 30 anni
spritzino di Padova
CHE FACCIO? ..................
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


STO LEGGENDO



HO VISTO



STO ASCOLTANDO



ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...



OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Città della Speranza
(da Informazione / Agenzie di Stampa )



UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 3085 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]

GIUGNO 2020
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30


=======================================

Credo in Dio, a volte, quando più mi fa comodo.
Non Credo alla Chiesa, mai, perchè è peggio del ministero del economia e Finanza
Credo all’amicizia, quella vera, non per il tempo passato ma per l’intensità.
Non credo all’amore, è illusorio.
Credo alle parole dette mentre con il fazzoletto asciughi le lacrime nel volto.
Non credo alle parole dette mentre con il fazzoletto ti pulisci il pisello dallo sperma.
Credo alle parole di un bambino di 5 anni.
Non credo alle parole di un bimbo da 50.
Credo ad uno schiaffo.
Molto meno ad una carezza.
A volte credo in me.
A volte credo che su quello che credo ci sarebbe tanto da discutere.
A volte credo che credere faccia solo confusione.

=====================================


sabato 11 dicembre 2010 - ore 01:45


A mio figlio/a
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Ti sembrerò stupido, ma oggi mi sei venuto in mente.
E’ quasi Natale, è solo il 2010. Ancora non conosco tua madre e già ti scrivo.
Non so nemmeno se queste parole ti arriveranno o se mai nascerai. Ma se così sarà, son certo di aver fatto qualcosa di buono in questa mia vita. Spero di viverti in ogni minuto e non a giorni alterni più feste comandate. Spero di esserti accanto con tua madre, che ogni giorno si incazzerà perché non capisce chi è il bambino e chi il genitore.
E già ti chiedo scusa se non sarò un papà che dispensa buoni consigli e che poco parlerà.
I discorsi non sono il mio forte, mi sembro banale. Ma sappi che ogni volta che ti guarderò penserò che sei la gioia di una vita. Vorrei che da tua madre prendessi la voglia di parlare e la sua bellezza. L’arte di apprezzare le piccole cose, la voglia di girare il mondo, la forza di non fermarti davanti la prima difficoltà da me.
E se un giorno ti guarderò senza dire nulla, ma ti farò un sorriso, sappi che sarà il mio modo per dirti che ti voglio bene.
Cercherò di essere un buon padre e esserti d’esempio amando tua madre, sempre che la fortuna ci assista.





LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



lunedì 11 ottobre 2010 - ore 21:39


Trattieni il respiro cazzo.
(categoria: " Vita Quotidiana ")





COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 14 settembre 2010 - ore 23:53



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Settembre è il profumo del mosto. Sbuffi di vecchi trattori in fila sulle strade con il loro carico di futuro vino.
Settembre sono le mamme parcheggiate in doppia fila fuori da scuola, è la prima felpa tirata fuori dall’armadio.
E’ anche un tramonto in auto, mentre torni a casa da lavoro.
Settembre è un po di nostalgia di un estate andata, nostalgia di un amore finito.
Voglia di partire con un biglietto di solo andata.

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



mercoledì 18 agosto 2010 - ore 13:51



(categoria: " Vita Quotidiana ")


se stai dormendo, almeno, non rompere i coglioni.

LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



domenica 15 agosto 2010 - ore 20:43



(categoria: " Vita Quotidiana ")




La donna stava seduta a fianco della pista. Guardava il suo amante che limonava con la sposa di lui. Teneva la sigaretta con la mano sinistra e il bicchiere con la destra. Sicuramente è mancina, io non riesco a fumare così. Vorrebbe alzarsi e scaraventare quel ghiaccio e menta frullati insieme addosso a quella puttana. Ma chi era la sgualdrina li? e restava tra i suoi pensieri mentre un paio di uomini osservavano lo spacco da distante. "Le si può vedere il pizzo del perizoma" sussurra neanche troppo piano, all’amico. E da bravo maschio inizia a contorcersi per liberare uno spiraglio a quei fotoni di un freddo neon per intrufularsi sotto la gonna.

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



sabato 14 agosto 2010 - ore 14:17



(categoria: " Vita Quotidiana ")




Un sottopassaggio per rospi. Idea Bizzarra per buttare i soldi. Ma reale. Lo stava calpestando in quel momento con le ruote della sua auto. Chissà a quante rane ha salvato la vita, pensò, alzando le luci abbaglianti verso la siepe del Golf Club. La strada è deserta, buia, come su in montagna. Strada stretta. Dopo la pioggia. Avete mai visto una strada di montagna dopo la pioggia? Certamente si.. Ma la avete mai vista trasformarsi in un fiume verde? In una maratona di NewYork per rane? Resti fermo, e aspetti che si spostino. Intanto qualche goccia di pioggia continua a cadere e la ragazza scende dalla macchina alla ricerca del suo principe azzurro trasformato da una magia letale. Quale sarà dei tanti?

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



giovedì 12 agosto 2010 - ore 15:03


ve-nezia-rona
(categoria: " Vita Quotidiana ")




2.17 am su una altalena. Perché si sta cercando ancora qualcuno.
Quello che una vita non è bastata per trovarlo.
E parli praticamente con un estraneo. Che ne sai di me?
A volte scompare la fretta. Basta restare con qualcuno che ti capisca a dondolarsi. Mi piacerebbe andare al circo, non con le tende ma di mattoni. Qui non c’è. . Strano, ma resta sempre freddo qui dentro.



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



sabato 17 luglio 2010 - ore 17:41


Caro Babbo
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Non dimentico. BUON COMPLEANNO




Com’è difficile varcare quel cancello.
Grande nero che da sulla strada di ciotoli bianchi. In mano non ho nulla, forse potrei portare un fiore, ma è già difficile così. Un sospiro, il sole è alto e fastidioso, gli occhi iniziano a lacrimare..
La signora Maria sta togliendo le foglie secche dalla tomba del marito (chissà da quanto tempo) come quando, alla domenica prima di andare a messa, le sistemava il colletto della camicia nuova.
Lui è infondo, che mi aspetta e mi guarda arrivare. Osservo intorno… Cerco di distogliere lo sguardo, come quando arrivando a casa da scuola dovevo ammettere la sconfitta con il prof. di elettronica!
Quel tuo sguardo, come potrei dimenticarlo!
E ora come allora sono ancora qui, davanti a te timoroso del tuo giudizio. Spero di non averti deluso.. Dovrei vederti gli occhi per capire: resterò con il dubbio finchè da qualche parte ci ritroveremo!

“Ciao papà,
E’ passato tanto tempo dall’ultima volta, ma sai gli impegni…
Come va da quelle parti? La mamma ti ha raccontato del concorso?”
E di Pippo?


LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



lunedì 5 luglio 2010 - ore 21:36


OLD: TABULA RASA
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Kellogss’s al cioccolato e Aulin.
Inizia bene la giornata. Nottata molto difficile, dormito forse 1 ora, tra un pensiero ed un altro! Odio pensare di notte.. Acido, più invecchio e più divento cattivo. Oggi mi piace essere cosi.. Egoista! Bastardo! Quanto mi fanno incazzare le persone che ho attorno! Sono stanco di sforzarmi di fare il sorrisino, o essere quello che comprende gli altri! Mai nessuno lo è con me. E così oggi ho iniziato la mia lunga lista di persone da mandare a fanculo.
Prima classificata: la mia vecchia dolce mamma, che pensa sempre a stressarmi la vita
Secondo Classificato: Gigi! Lui vede solo quanto fa lui, cerca sempre qualche aiuto e si lamenta.. Mai però a dire grazie o “serve una mano?”
Terzo Classificato : (vedi nota 1)Pippo, il cane, che caga sempre dove vado a mettere il mio piede!
Quarto classificato: questo cazzo di Pc che quando serve si resetta da solo!
E poi tutte quelle persone che hanno paura di sbagliare, e che piuttosto restano in un angolo a guardare! Gli eterni indecisi che aspettano una manna dal cielo prima di farsi trascinare dal loro istinto. Le persone che pesano ogni singola parola che esce dalla loro bocca..
Sarà.. ma quanto bello è sbagliare? Fare gli stessi errori 1, 10, 100 volte? Poter dire ci ho provato, non è andata, ma mi rifarò alla prossima vita..


(nota1) Ciao pippo.. ti voglio bene cucciolo!

LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



sabato 19 giugno 2010 - ore 03:09



(categoria: " Vita Quotidiana ")





E sono qui, con i primi capelli bianchi che iniziano a comparire.Sono qui, solo, perchè non riesco a starmene con me stesso, (immaginiamoci con qualcun altro). E son qui, con gli stessi problemi di ieri, di cui conosco la soluzione ma senza le palle per gettare le carte in tavola. My darling, perdonami se ti ho ferito, scusa per il tempo rubato, che non posso rende. Scusa per i sorrisi che ti ho regalato, per aver colorato i tuoi sogni, e averli lasciti tali. Non siamo speciali come pensavamo, siamo come tutti gli altri, forse con più voglia di farci male. 


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI