Spritz.it - sicapunk's HOME - BLOG DIRECTORY - IL TUO BLOG - Segnala qs BLOG




NICK: sicapunk
SESSO: m
ETA': 22
CITTA': Padova
COSA COMBINO: far saltare la questura...
STATUS: middle

utente certificato [ SONO OFFLINE ]
[PROFILONE COMPLETO]

[ SCRIVIMI ]



STO LEGGENDO
sai perchè le donne hanno le mestruazioni???

perchè ghe stà ben..aah h a haha haaaa aaa hhaaaa hha ah hhah ahhaaaha a hhaaaa aahh aaaaaaahh ha


HO VISTO
una birra che mi seguiva perchè avevo avanzato la fonda..ma lei non ha voluto capire che la fonda fa schifo cazzo...aha ahhahahaha


STO ASCOLTANDO
NATO MORTO
(Parole: Luca "Abort"; Musica: Simone Cinotto, 1985)

Presto lascerò il tuo ventre caldo
E dovrò piangere per essere nutrito
Vomitami cagna vomitami ora
Per non farmi piangere per non farmi umiliare
Per non farmi convincere per non farmi soffrire
Dovrò dimenticare tutte le verità
Dovrò essere violentato per sapere menzogne
Cagami cagna cagami ora
Per non farmi piangere per non farmi umiliare
Per non farmi convincere per non farmi soffrire
Dovrò accettare di vivere servo
Dovrò moltiplicare la mia stirpe dannata
Abortiscimi cagna abortiscimi ora
Per non farmi piangere per non farmi umiliare
Per non farmi convincere per non farmi morire


ABBIGLIAMENTO
del GIORNO
nudo ma con un calzino


ORA VORREI TANTO...
VOGLIO ciò che mi spetta lo VOGLIO perché mio m’aspetta













IN QS PERIODO STO STUDIANDO...
non studio, non lavoro non guardo la tivù, non vado al cinema non faccio sprot...


OGGI IL MIO UMORE E'...
purè
narghilè
palchè
loredana bertè
max gazzè
vabbè
okkè
vu cumprè
perchè
cos’è
ma sè
tiè
blhè
scureggiè
bebè
bambulè
caffè
sburè
trè
thè
someliè
rosè
cachè
carlè
norè
caschè
chiavè
robbè
bidè
tettè
sigarettè
cioè
cliscè

carlà
mhà
lhà
non si sà
lamà


però
non sò
oibò
cribbiò
totò
io nò
di più nin sò
non ci stò

più

all’ingiù
giù
tutù
gurù


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...




PARANOIE
1)
2)
3)
4)
5)
6)
7)
8)

 


MERAVIGLIE

1)
2)
3)
4)
5)
6)
7)





“non sperchiamo intelligenti pensieri per esprimere il nostro dissenso
ma solo insulti per voi e per i vostri simboli...

(mele marcie)

la tua bandiera non piantarla mai su un pianeta
troppe nel mondo c’è ne
io non ho bandiere da pianatare
ma un universo da guardare
che si allontana ogni giorno più da me
[Lomas]



POESIA DEL GIORNO

La scheda è la patente dell’imbecille
Sono stanco di giocare ad un gioco che non ho deciso io
Sono stanco di accetare chi decide per me
Anche quest’anno non andrò a votare
Anche quest’anno dovrò boicottare

Schede bianche schede nulle sono scelte fasulle
Schede nulla schede bianche, noi prendiamo le distanze.

Il mio candidato non si è presentato
Il mio partito se ne è andato
Il mio candidato si è dissociato
Il mio partito è partito.

Biaogna capirsi a che gioco si vuole
L’astensionismo non può più bastare
Eletti & elettori son per noi dei tumori
Se esiste un reato è di chi non combatte lo stato.

Federalismo e autogestione ormai sono parole vuote
L’azione diretta ormai la gente più non scuote
Bisogna tornare nel sociale
Bisogna demolire
Bisogna ricostruire

Il mio candidato mi sà che è partito
Il mio partito non si è candidato
Il mio candidato non c’è mai stato
Il mio partito non è mai esistito

Se posso consigliare vai al mare
Se posso consigliare non votare.





LINK---->questo e’ il mio piu’ bel post.

LINK--------->ecco cosa ne pensa checco del t9 del telefono...a hah ah hah a haha

(questo BLOG è stato visitato 41222 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite,


ULTIMI 10 messaggi
(per leggere i precedenti naviga attraverso il calendarietto qui a destra:
i giorni linkati sono quelli che contengono interventi )


SONDAGGIO: È POSSIBILE CHE TUA MOROSA/O TI TIRI SOTTO IN MACCHINA?




si è possibile.
no, è impossibile, non era lei. la tua immaginazione. ti 6 tirati sotto da solo.
voleva la tua eredità di collezione di tappi di birre.
voleva eliminarti, per dopo ricominciare una nuova vita.
è stata colpa tua che ti sei buttato sotto la macchina mentre passava.
guarda detto tra di noi gha fatto ben.

( solo gli utenti registrati possono votare )

domenica 18 novembre 2007
ore 18:00
(categoria: "Vita Quotidiana")


Gusto rana!
purè.



la mia assenza è stata dovuta da vari motivi di natura temporale e siccome non possiedo ancora lo sdoppiamento della personalità fisica ma sopratutto quella mentale mi accontento di vivere in un surrogato di mele cotogne.



detto questa breve presentazione assolutamente anti-religiosa che potrebbe offendere chi delle mele ha fatto uno suo stile di vita aggiungo che:



dopo stimoli alla prostata ho deciso, grazie all’aiuto di validi e vari amici, di far uscire una simil testata chiamata "fanzine", dove si possono leggere le cazzate che scrivevo qua dentro, però in maniera più fica e ganza. stile fonzi.



il perchè è il percome non lo so, ma sta di fatto che ormai è nata: Gusto rana! ’zine



non è altro che un libretto autorpodotto in versione cartacea, solo ed esclusivamente cartacea, questo perchè abbiamo scelto di togliere la fredezza dello schermo che c’è quando si legge qualcosa in rete, e in più perchè carta canta. non so cosa canta ma chi ha l’udito più sviluppato di sicuro può dirlo. spero che almeno canti qualcosa degli 883.



l’uscita è a defecazione dello staff, ma cercheremo di farla uscire ogni 3 mesi, ma anche prima, se vi interessa la cosa basta tenersi aggiornati nell’inutile myspace che esiste della fanza.
ed è questo: Gusto rana! zine

è un libretto in formato A5 con circa una 40ina di pagine, dentro si trovano le storie che potevate leggere qua, più recensioni di gruppi a caso di un underground vario e variopinto, recensioni di concerti, ricette, quiz, cazzate, disegni, fumetti, interviste inutili, e tutto ciò che ci viene in mente, e che non ha nessun senso mettere.
tutto ciò al costo di un pleuro che serve esclusivamente per le fotocopie su carta reciclata; perchè noi amiamo la natura.
t.a.t. natura.
una volta che la avete in possesso siete liberissimi di fotocopiarla per amici o farne tutto ciò che volete. è esente da copyright, ma in eugual misura ha una sottospecie di cavillo burocratico che ci permette che non vada finire su donna moderna per esempio.



il primo numero è già uscito, il secondo è in lavorazione.
se volete una copia non basta fare altro che contattarmi, o me o l’user nekro o di eddy roth o contattatandoci sul myspace della minchia e c’è il link la in alto.

potete trovarci anche in questo sito dedicato a questo tipo di testate: clicca e leggi la recensione

detto questo vi saluto postando il risultato finale del test qua in alto:
" È POSSIBILE CHE TUA MOROSA/O TI TIRI SOTTO IN MACCHINA? "

TOTALE VOTI: 59


9 voti (15.25% ) si è possibile.

5 voti (8.47% ) no, è impossibile, non era lei. la tua immaginazione. ti 6 tirati sotto da solo.

13 voti (22.03% ) voleva la tua eredità di collezione di tappi di birre.

4 voti (6.78% ) voleva eliminarti, per dopo ricominciare una nuova vita.

9 voti (15.25% ) è stata colpa tua che ti sei buttato sotto la macchina mentre passava.

19 voti (32.2% ) guarda detto tra di noi gha fatto ben.

quindi vi ringrazio perchè mi volete bene.
a ha ha hah a h hahahaah ah a h ahhaa



LEGGI I COMMENTI (21) - SEGNALA questo BLOG

giovedì 5 aprile 2007
ore 19:19
(categoria: "Vita Quotidiana")


succede solo a montebelluna



interessante direi.

a hahahah ha ha ha hhaaaah ha ha hah hah a ha h ha
e
ah


LEGGI I COMMENTI (20) - SEGNALA questo BLOG

domenica 11 marzo 2007
ore 18:32
(categoria: "Vita Quotidiana")


fuga in macchina sospetta.
Credo e senza dubbio le prove sono tante e inconfutabili che io abbia ragione sui fatti che or ora sto per descrivere in questo piccolo trattato che chiameremo il trattato di mastrick.

In ogni singola coppia di individui nella quale si fonda un rapporto interpersonale umano chiamato più comunemente “stare assieme”, vi sono e vi saranno sempre dei momenti che per ragione di causa chiameremo i momenti di scazzo e di istinti omicidi, rivolti alla seconda metà del notsro/vostro io.

Perché l’io è subcosciente e si in futura nell’archetipo prototipo dell’antropomorfismo universale. In poche parole chi fa filosofia el ze cuea.

Ma veniamo ai fatti.

Era una uik ende, ovviamente si era spolpi, ovviamente non ricordo quando è successo, ed è praticamente ovvio che esistano altre forme di vita.

C’era tensione nell’aria tra la mia lei e il suo lui, per dei motivi che si sono persi in un coccio di bottiglia, e non si faceva altro che girare in macchina senza meta a bere ed ad urlare cazzate spocchiose per innervosire nel più profondo l’animo pacifico che ognuno ha alle 5 di notte dopo litrate di alkol.

Si era giunti al culmine della sopportazione ambivalente e ci si ferma… dove? se non davanti ad una chiesa?
Qua inizia il puro delirio, tutte le bottiglia vuote che c’erano in macchina iniziano a volare contro i due corpi lanciate con tanta foga degna di un lanciatore del disco, per fortuna l’alkol faceva il suo sporco gioco e nessuno dei due prese il bersaglio; totalizzando zero punti.
Nel frattempo il suolo, dove a distanza di poche ore si sarebbe svolto un matrimonio, si era trasformato in una vetraia a cielo aperto recando un pericolo per noi e per la macchina. Ma con abile mossa ne usciamo indenni tutti e tre.
Ci si avvia ancora a delirare in macchina, obbiettivamente credo che ne provavamo un certo piacere in questa lotta purulenta di minchiate dove il senso stesso della spocchiosità era già svanito per lasciare posto ad un altro fattore, molto più importante ed è il fattore esse, come direbbe max pezzali.

Ad un tratto la macchina guidata dalla giocatrice che non porta pene si ferma in mezzo ad una via e qua scatta la mia pazzia minacciandola che gli averi rubato la macchina.
Inizia la sfida.
Lei scende dalla macchina e io gli inculo la macchina.
Mi ricordo che mi sono fatto un giro nel quartiere(che poi non ricordo che quartiere era) e di essere ritornato nel posto dove avevo eseguito il furto alla arsenico lupen.
Ma lei non c’era più.
Le mie facoltà mentali mi dissero: lascia la macchina dove la hai trovata e cancella le tue impronti digitali.
E fu quello che feci, solo che dopo mi sorsero talmente tanti dubbi, e stati d’angoscia misto senape che mi decisi di cercare la proprietaria dell’auto e dopo di tornare a casa e perché no, farmi anche una doccia.
La ricerca non fu mai così tanto vana, anzi la ricerca non fu mai così tanto ivana.
mi ero perso più e più volte fino a quando la ritorvo…. d’avanti ad una chiesa.
E subito mi salirono le prime domande: mica vorrà sposarmi ora? In queste condizioni? E con questa macchina?
E mentre mi facevo le domande la macchina si autodiresse nella scalinata della chiesa.
Era per fare un effetto trionfale, ma fu solo un effetto tonfale.
Lei non voleva più saperne della macchina, mi disse addirittura che la macchina era diventata mia e che me la potevo tenere, io ci pensai anche un attimo ma la pretendevo aggiustata a questo punto, mica fai un regalo rotto. Eh! Ci fai anche brutta figura!
Dopo svariati passaggi di proprietà della macchina si era fatta mattina e tutti provavamo grande stanchezza per tutte quelle energie perse per vedere fino a dove l’essere umano può spingersi in preda a stati d’animo differenti ma sotto una grande stella chiamata: risvolti psicologici di giovani coppie

Il risultato finale lo avremmo visto solo nell’indomani quando ci alzammo dal coma nel quale eravamo caduti e ovviamente, non poteva essere altrimenti, ci fu una grande risata generale e pronti a rifarlo.
Ma anche no.
Ah hah ah a hah ah hah ah a h hah ahah ah haha hah haha hah a ha hah hah ahah ha haha hha haha haa

Per concludere:
ogni sera prima di andare aletto, bisogna rivolgersi questa semplice domanda:”ho arrecato danno qualcuno nella giornata odierna?” se la risposta è si, e non ho dubbi a riguardo, è meglio individuare il modo per risolvere il problema alla radice in modo definito.
(prof. rossi)(che non so chi cazzo sia, ma la sua saggezza ha colpito il mio cuore da beone)
A ha hah hah aha haa

Questa è una foto di repertorio pro adozione.





a hah ah ahh ah a ha ha ha h ha ha haha hah hah aha haha hha haaa


LEGGI I COMMENTI (18) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 3 gennaio 2007
ore 20:11
(categoria: "Vita Quotidiana")


per fortun o forse solo para buena suerte
Mi limiterò a non dire nulla.

non perchè non ci sia nulla da dire, fare, baciare lettera, testamento, pugno sotto il mento.

Ma diciamo che se la birra è l’oppio dei popoli, e io non sono ne un "popolo" ne una "birra", almeno spero di essere "diciamo".

il succo del post è:

PER FORTUNA CHE L’ULTIMO DELL’ANNO C’E’ UNA SOLA VOLTA ALL’ANNO








LEGGI I COMMENTI (30) - SEGNALA questo BLOG

sabato 23 dicembre 2006
ore 15:13
(categoria: "Vita Quotidiana")


il titolo deve essere al max di 20 caratteri.differenti.tipo dupliceprsonalità.
questo post andrà in onda in forma ridotta per venire in contro alle vostre facoltà mentali.
perciò niente immagini che vi piacciono tanto.

posto una barzeletta che più la leggo più mi fa ridere e non mi annoia mai.
a ah ha hah ah h ah ah ah ah ha h a ha hahah a hah hah ahahahah ahahh ah ah ah a hh ah ah a hah ah ha h a haa

A scuola la maestra chiede:
"Chi di voi mi saprebbe dire come si può mettere un buco in un
altro buco?"
La bravissima di turno, Anna Paola, alza subito la mano e dice:
"Signora maestra so io come si fa!"
"Come?"
Allora Anna Paola unisce gli indici e i pollici delle mani tra di
loro formando un anello e poi li mette intorno alla bocca e dice:
"Ecco, signora maestra, un buco in un altro buco".
"Bravissima Anna Paola! Adesso chi saprebbe dirmi come si fa a
mettere tre buchi in un buco?"
Anna Paola alza nuovamente le mano per prima...
"Dimmi Anna Paola".
"Stessa cosa, solo che adesso le dita coprono sia la bocca che le
narici. Ecco, signora maestra, tre buchi in un buco".
"E ancora bravissima Anna Paola! ... Adesso chi saprebbe dirmi come
si fa a mettere cinque buchi in un buco?"
Anna Paola alza un’altra volta la mano.
"Stessa cosa, solo che le dita coprono bocca, narici ed occhi. Ecco
signora maestra, cinque buchi in un buco".
Pierino che si sta incazzando perché Anna Paola risponde sempre e
lui no, dice:
"Signora maestra voglio fare io una domanda! Come si fa a mettere 9
buchi in un buco?"
Nessuno sa rispondere.
Persino Anna Paola se ne sta zitta.
Allora la maestra dice:
"Non sappiamo Pierino, diccelo tu..."
"Mettiamo un FLAUTO nel culo di Anna Paola!"



ah ah ah h a ha ha h ha ha ha hh ahah aha hh a hah ha ha


piccolo sonsiglio per gli acquisti: questa barzeletta si può cambiare con in nomi che vuoi tu.


ah ah a hh ah ah a hh a ha ha ha ha hh a hahahahah hah ah a ha h haa


aggiornamento di oggi che non so che giorno sia e neanche l’ora.

ho scoperto una cosa che mi fa alquanto ridere.

paola turci la cantautrice italiana ha fatto un album che si chiama
UNA SGOMMATA E VIA




A HAHAH H AH A HAH AH H AAH HA HAH AHAH AHA HA H HAH AH A HA HH AAA


LEGGI I COMMENTI (18) - SEGNALA questo BLOG

giovedì 14 dicembre 2006
ore 20:00
(categoria: "Vita Quotidiana")


gavino è il miglior sottofondo musicale
ieri sera era una serata di per se inutile come lo stracchino di nonno Nanni dopo il dolce della zia Elisabetta, cioè ti rovina il gusto del dolce della zia Elisabetta, che comunque comodamente chiamiamo eli o betta o sà.



comunque eravamo nel solito posto stessa ora stesso bar
stessa gente che vien dentro consuma
poi va
non lo so che faccio qui
esco un po’
e vedo i fari dell’auto che mi
guardano e sembrano chiedermi chi
cerchiamo noi

che tra le altre cose per chi non lo sapesse in questa canzone degli 883 (gli anni) c’è una frase che dice: gli anni del "tranquillo siam qui noi"... bhe cosa dire... grazie max pezzali e grazie anche del darti del noi, se ho bisogno ti chiamo...



comunque ricapitolando:
Stessa storia, stesso posto, stesso bar
una coppia che conosco c’avran la mia
età
come va salutano
così io
vedo le fedi alle dita di due
che porco giuda potrei essere io
qualche anno fa

che poi per chi non lo sapesse in questa canzone degli otto otto sedici c’è una frase che fa:Gli anni di "Qualsiasi cosa fai"... che per me rimane ancora un mistero il suo significato.

comunque ricapitolando:
Stessa storia, stesso posto, stesso bar
stan quasi chiudendo poi me ne andrò a casa
mia
solo lei davanti a me
cosa vuoi
il tempo passa per tutti lo sai
nessuno indietro lo riporterà
neppure noi



e si beveva e si parlava con le poche persone che c’erano di argomenti alquanto inutili come lo stracchino della zia Elisabetta dopo aver mangiato la torta del nonno Nanni.



il succo di arancia fondamentale islamico della serata pregna di idee da evitare è stato al ritorno.

[qui ci andava una foto di una sogliola ma il sito spritz non voleva caricarmela perciò vi cuccate la descrizione e basta]

cioè anche dell’andata ci sarebbe da raccontare, ma la storia risulterebbe noiosa e lunga e senza senso. come lo è già. anzi lo sarebbe di più.

stavo tornando a casa da un pubbetto dislocato in qualche zona non conosciuta dai comuni mortali, infatti gli unici clienti erano ingegneri che cercavano di provarci con ingegnere.
l’ingegnere filini.



il guidatore era la capra di iek e aveva bevuto un po’.



come tutti del resto.
se no che si esce a fare?
partiamo e al volante sembra megalo man con i super poteri perchè riesce ad evitare tutti gli ostacoli che troviamo nel tragitto, tipo macchine posteggiate lungo i bordi della strada, cassonetti che stavano nel loro posto assegnato dal comune, paletti saldamente ancorati al terreno, persone che camminavano nel marciapiede, case, edifici, fabbriche, bar, negozi, insomma tutto quello che normalmente c’è per strada, ieri sera per il guidatore era un ostacolo.



siamo vicino a casa mia e una macchina parte dal nulla dall’altro lato della strada con la nostra stessa direzione, ma a fari spenti.

ne nasce una garetta tre le due vetture con iek che gli suona e non fa entrare la macchina nella corsia, trovandosi per forza contro mano, ma arriva uno sparti traffico.
l’uomo/donna alla guida dell’altra macchina rallenta e rallentiamo anche noi, giusto per non farla passare.

il tutto mentre suonano i clacson a intermittenza delle due macchine.



il tutto alle tre di notte.



la macchina avversaria riesce a superarci tra la curva e lo sparti traffico.... ma cosa succede?

subito dopo la curva c’è una rotonda e ci sono gli sbirri impegnati e prendere le misura di un incidente.
viene subito fermata la macchina avversaria. E noi ci fermiamo allo stop come se stessimo attendendo di farci fare l’etilometro.

Il guidatore della macchina numero due spiega alla polizia che era solamente colpa nostra, e inevitabilmente vengono verso la nostra macchina a farci il terzo grado.

Io nascondo la birra iek afferma dai che adesso ci divertiamo, e si infila la cintura di sicurezza.
E alza gavino.
Il poliziotto indica di abbassare il finestrino e iek lo fa. Però abbassa il mio.



decide di spegnere il sottofondo musicale di gavino perchè le uniche parole che diceva erano bestemmie e lo disconcetravano.

Si riprende e rialza il mio finestrino e fa scendere il suo;e alla domanda: "perché suonava il quella maniera?"
Lui risponde: "shshshshshhshshlasci shhhhhhhhhstare quello li è un pazzo.e mi ha tagliato la strada. " Pronunciando il tutto sbiascicando ogni singola lettera.
Il capeo ribatte: ma si emette il segnale acustico solo in caso di emergenza… ma non fa in tempo a finire che iek lo interrompo dicendo: "più emergenza di questa!!!"
Un po’ allibito lo sbirro ci fa andare via, ma ferma l’altra macchina per accertamenti.
La storia è finita, andate in pace.
Aha hah h a hah a ha hhaha ha h ha ha hah aha

io in tutto ciò avevo un ruolo marginale, ma ugualmente importante e cioè ridevo e in più avevo la responsabilità di raccontarlo al popolo bue, visto l’sms di risposta che mi è giunto il giorno dopo da iek:

AH SI? E DOVE? CI HAN FERMATI? E PERCHE’? ME LA SONO CAVATA BENE? PER FORTUNA HO DORMITO VESTITO CON ANFIBI E TUTTO SENNO STAMATTINA NON ARRIVAVO PIU’.



Insomma non si ricordava nulla anzi forse questa storia non è mai successa….
A haha hah h a hah a ha h ha ha ha hha ha hah a ha ga g ag gag a ghahah h aa


LEGGI I COMMENTI (14) - SEGNALA questo BLOG

sabato 2 dicembre 2006
ore 17:19
(categoria: "Vita Quotidiana")


2minutiadreka in concerto


link----> sito die 2minutiadreka


questo è il link di edo un grindcorepeople---> blog di edo


LEGGI I COMMENTI (11) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 22 novembre 2006
ore 21:07
(categoria: "Vita Quotidiana")


non vado più in balera il sabato sera.
bhe. una cosa è da dire.
.
Correva sabato undici novembre e ci si stava dirigendo nella terra dell’aria prelibata, e cioè a Marghera e ad ascoltare musica sinfonica da camera, e cioè ad un concerto hard-core al cso rivolta.



La macchinata era delle più vispe terese che van tra l’erbetta, ma siamo riusciti a chiedere lo stesso a tutta Marghera dove cazzo fosse sto Rivolta, perchè nessuno in macchina era sobrio da ricordarselo, e una rotonda ci fotteva sempre.
e ripeto sempre!
perchè la frase che dicevano tutti i passanti che fermavamo era: "alla rotonda a sinistra. "
Da qualsiasi direzione prendevamo sta rotonda.
peccato che dopo un tot di fermati fermammo l’ennesimo non autoctono che alla domanda: “sa’ dov’è il rivolta in via fratelli bandiera?”



Rispose sbiaschichiando qualcosa del tipo: sono urbiaco.
O per lo meno è quello che abbiamo capito dalla cozzaglia di carne inumana che era e dai suoi gesti e versi.





Per fortuna Marghera non è una metropoli, perciò trovammo il posto, posteggiammo dall’altra parte del fabbricato giusto per aver la strada a portata di mano onde evitare di perdersi nuovamente anche per il ritorno.

Il concerto non era dei più fenomenali, ma una cosa è da raccontare.
Mentre si esibiva l’ultimo gruppo e cioè " la crisi" la giorgia mi fece notare che mayo, il cantate del gruppo



assomiglia a midi,



ma da vecchio.

Tra una risata e un’ altra mi avvicinai al palco per fargli una foto...



ma sotto al palco mi trovai una donna vestita da pitone rosso e con le tette fuori che mostrava la sua cellulite nei glutei.
Un po’ arrapato mi misi a guardare lo spettacolo.
fino a quando chiedo ad un tizio dietro di me chi fosse quella donna così sbuderata
la risposta è stata:
"varda che el ze un omo, varda quà"
estrasse dalla tasca il telefonino con la fotocamera (nel senso che il telefonino era munito di fotocamera, non che estratte il telefonino grazie all’ausilio della fotocamera).



sbirciò tra le sue foto private e mi mostro una foto scattata sotto alla gonna della tipa.
era un trans.



iera un travestio.


ebbene si.
Lei era un lui.
O lui era lei.
In qualsiasi modo vedi la vita con un bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto l’evidenza è evidenza e bisogna evidenziarla per rendere l’evidenza denza.

il sogno era diventato realtà.
Avevo un trans a due centimetri da me.
però ridevo.
lei buttava sguardi ammiccanti a tutti e da li capii che non era il mio tipo.
era troppo sbuderato.
Troppo nudo.
Troppo esibizionista.
Ma soprattutto quella foto del tanga con le palle uscenti mi fece quasi odiare la religione e i suoi santi.
Il santo preso in questione è Fra Lepalle.

Anche perchè nel frattempo, mentre lanciava occhiolini dolci al pubblico hc, si faceva toccare da due 40enni che forse ignari e forse no, abusavano delle sue curve e facevano pure scenate di gelosia nei confronti del troio.

fatto sta che dovevo fare qualcosa.
ma cosa???
ma chiaramente un filmato.
ve lo mostro nella sua interezza.
e dopo ognuno tragga le sue conclusioni.
a me se non mi dicevano che era un uomo sarei finito come Gavino.

Non vado più in balera
(gavino)

Iera sabato sera ero vestito da dio
Andai in balera per cuccare anch’io
Così vidi una bionda, con due tette così,
la invitai a ballare, ma non finisce qui.
Era dolce e leggiadra, si faceva toccar
E la mia grossa fava mi faceva rizzar.
Così dissi “andiamo, che ti porto da me”
E lungo la strada, ma quarda un po te
Le misi la mano tra le gambe, e mi ritrovai in man…
Un cazzo diocan!

Allora mi piegai e la guardai…”oddio”…
Non era una donna…ma era un travestio
Lui disse:”allora cosa c’è che non va
Siamo negli anni ottanta, suvvia fatti inculà”
Io tentai di fuggiremo ma non ci riuscì
E il grosso randello nel mio culo finì
Diobestia che male che mi fece
Il mio culo si
Si allargo così.
Da quella volta non vado più in balera
Mi dispiace ma non esco più il sabato sera
Giocane che male che mi fece
Il mio culo si
Si allargò così.
Da quella volta non vado più in balera
Ho detto che non esco più il sabato sera
Va ben??


link---> per vedere la donna dei tuoi sogni clicca qui


LEGGI I COMMENTI (13) - SEGNALA questo BLOG

sabato 14 ottobre 2006
ore 18:01
(categoria: "Vita Quotidiana")


il papank e la mamank sono stanchi di avere un figlio punk.
bene mi scuso se è da tanto che non scrivo le solite cazzate ma non ho mai tempo.

mai dire MAI.

e ritornare con questa perla di saggezza non è il massimo.

ma non è neanche il massimo dire massimo.

comunque lui è loris:




lui ha i capelli.

lui ha una bella cresta verde.

gli sta bene in piedi perchè ha tanti capelli e li cotona bene per tenerseli duraturi nel tempo.

è un bel tipo insomma.

io me lo farei.anzi me lo sono già fatto.

e tu?
pensaci.
una foto è per semrpe lui no.

Ma facciamo una analisi più specifica di questa foto.

oltre al soggetto, che chi non conosce ha fatto grandi sbagli nella sua vita, dobbiamo scoprire quando è stata scattata per capire alcune cose.

-possiamo notare che in mano tiene un cellullare non all’ultimo grido(quello degli articolo31), ma neanche obsoloeto(atletico spoleto)

-poi la targa del motorino che si intravede dietro è dei giorni nostri.

-la locandina alle sue spalle è una locandina che è stata attacchinata non tanto tempo fa, ma, ben si, settimana scorsa.

da questo decuciamo che la foto è recente.

questo è loris in una foto scattata da me ben 3 settimane fa.


e perciò come direbbe nicolò fabi:

Io senza capelli
sono una pagina senza quadretti
un profuno senza bottiglia
una porta chiusa senza la maniglia
biglia senza pista
un pescatore sprovvisto della sua migliore esca
Don Giovanni senza una tresca
io senza te uno scettro senza re.
Non voglio più chiedere scusa
se sulla testa porto
questa specie di medusa o foresta
non è soltanto un segno di protesta
ma un rifugio per gli insetti
un nido per gli uccelli
che si amano tranquilli
tra i miei pensieri e il cielo
sono la parte di me
che mi assomiglia di più
Io vivo sempre insieme ai miei capelli oh oh
Vivo sempre insieme ai miei capelli oh oh
Io vivo sempre insieme ai miei capelli oh oh
Vivo sempre insieme ai miei capelli
Non sono venuto in motocicletta
non mi sono pettinato con le bombe a mano
non ho messo le dita dentro la spina
non mi sono lavato con la candeggina
sono uno di quelli
che porta i suoi lunghi capelli per scelta
e non USA TRUCCHI e voi
levatevi la parrucca
(aha hah a ha h haah hah a ha hahah ah)
Io vivo sempre insieme ai miei capelli nel mondo
vivo sempre insieme ai miei capelli oh oh
Vivo sempre insieme ai miei capelli nel mondo
Vivo sempre insieme ai miei capelli oh oh

Tu senza gioielli
sei una pagina senza quadretti
un profumo senza bottiglia
una porta chiusa senza la maniglia
biglia senza pista
un pescatore sprovvisto della sua migliore esca
Don Giovanni senza una tresca
tu senza me
uno scettro senza re
uno scettro senza re
uno scettro senza re
uno scettro senza re
Eh
Ma quando perdo il senso e non mi sento niente
io chiedo ai miei capelli
di darmi la conferma che esisto
e rappresento qualcosa per gli altri
di unico, vivo,
vero e sincero
malgrado questa
pietosa impennata di orgoglio io tento
ogni giorno che vivo
di essere un uomo
e non un cespuglio


LEGGI I COMMENTI (24) - SEGNALA questo BLOG

domenica 25 giugno 2006
ore 16:16
(categoria: "Vita Quotidiana")


chi non Lippa non rosica.
Si era a Ferrara ad uno dei tanti concerti passati e ripassati al Drazdamir.
Una serata tranquilla passata tra amici senza patria e senza bandiera, tra una birra e l’altra si era fatta mattina, due ore di dormita e dopo diretti verso la stazione… cioè questo era quello che si voleva fare ma…
Sbuca fuori un passaggio, era il Lippa che ci proponeva un passaggio dal posto fino alla stazione di Ferrara, però sorge subito un problema… eravamo in otto più un cane, non di piccola taglia… un pastore tedesco, era il cane di Lippa, l’acclamato Urlo, insomma ci volevano due macchine per andare via tutti, ma noi ci accontentavamo di una macchinata tra amici di vecchio stampo.
Quando si vedeva Urlo si era soliti incitarlo urlandogli: Urlo la giugulare…e la bestiola era contenta…come il suo padrone…e fieri del loro rapporto giocavano e non si distingueva più chi era urlo e chi era lippa perciò offrivi da bere a tutti e due..
Si decide di montare in macchina secondo la seguente disposizione… il Lippa come guidatore, un passeggero che doveva fare da copilota, in 4 nei sedili dietro che dovevano tenere alto il morale della macchinata e in due nel bagagliaio con il cane…in più il lunotto posteriore non c’era e infatti il compito dei due dietro era di tenere Urlo in modo che non uscisse dal lunotto.
Insomma si prevedeva già un viaggio senza storia, ma per fortuna sarebbe durato solo 10 minuti da li alla stazione. Erano 10 minuti dio cristo!
Valutai la situazione con una foga e un intelligenza senza precedenti e sottovalutai particolari agghiaccianti che potevano succedere visto la razza di individui che c’erano in macchina.
Si parte. E già ci perdiamo, il copilota era la Madda. Per chi non lo sapesse la Madda è riuscita fare perdere tutti da per tutto dando indicazioni sbagliate, inventate ma che secondo lei erano giustissime.
Dopo 30 minuti di macchinata ci vengono le prime voglie alcoliche. Il pioniere del alkol, cioè Lippa, propone grappe al bar, solo che ci eravamo misteriosamente persi nei campi, perciò di bar non ce ne era l’ombra.
Ma tutto d’un tratto appare la civiltà, cerchiamo sto bar e ri-iniziamo a bere. Intanto mi stavano venendo i primi dubbi su cosa poteva succede; chiediamo indicazioni per la stazione di Ferrara e l’eccellente guidatore prende proprio la direzione opposta.
Mentre in macchina tutti ridevano io mi stavo un attimo incazzando, primo perché un guidatore completamente spolpo con nove stronzi in macchina non è cosa da tutti i giorni e se lo stesso guidatore andava dritto alle curve non rispettava gli stop, e guidava guardando noi dietro, si poteva ben immaginare che il viaggio sarebbe stato assai ansioso. Ma per fortuna la stazione non doveva essere lontana.
I bar si susseguivano e la guida diventava sempre più discutibile, la macchinata era senza un baluardo e c’era chi disegnava i ritratti dei passeggeri, chi dormiva con urlo in bagagliaio, chi parlava in sardo in preda ad un delirio mistico delle sue origini, e chi continuava a guidare guardando in dietro.
Ma la stazione non doveva essere lontana.
Ben presto mi fu tutto chiaro. non saremmo mai arrivati in stazione. Infatti ben presto entrammo in autostrada. Era da pazzi. Se ci fermavano probabilmente eravamo tutti da buttare dentro.
Riuscimmo ad estorcere una promessa al Lippa, di portarci direttamente a Padova e andavamo a bere in centro fino a quando la stanchezza non ci sopraggiungeva.
La stazione iniziava ad essere lontana.
Sembrava andasse meglio il tutto, fino a quando inizia un zig zag tra le varie corsie. Il lippa venne preso a pugni ripetutamente; la Andrea, che era in bagagliaio, si sveglia vede la macchina nera che va ai 140 e con una mossa degna dei maestri di con fù arriva fino alla postazione guidatore e prende il lippa per il collo obbligandolo a fermarsi.
Lui obbedisce e si ferma. Solo che eravamo in mezzo alle corsie, non di lato. Esce dalla macchina imprecando e per fortuna Antò lo ritira dentro portandosi dietro la porta. Una macchina ci schiva tutti.
Inizio ad odiare il lippa. E sta merda di stazione stava diventando la stazione di Padova.
Eravamo in mazzo all’autostrada alle nove di mattina tutti tumefatti e con il guidatore che incula le chiavi della macchina e non ha intenzione di fare guidare nessuno.
Si prende ancora due o tre pugni dalla Andrea.
Si riparte. Passiamo Padova. E lo odio ancora di più.
La nuova direzione era Verona.
Cioè dalla stazione di Ferrara dove dovevamo andare stavamo andando da tutt’altra parte: alla stazione di verona.
Il viaggio continua tranquillo. Io decido di dormire rifiutando di vedere cosa altro poteva succedere.
Mi sveglio in centro a Verona, a mezzogiorno. Cioè dopo 4 ore di viaggio ferrara-verona. Con due ore in più arrivavamo a Roma.
Il Lippa stava portando a casa i Veronesi. Io continuavo dirgli lasciami qua, era diventata un ossessione uscire da quella macchina della morte per me. Solo che non sapevo neanche dov’ero e la Andrea ci offre una guida turistica a Verona. Accettiamo e il lippa fa: no ragazzi andiamo a mettere giù la macchina e dopo andiamo a bere assieme.
La risposta è unanime. NO.
Ci molla in mezzo ad un mega incrocio e la mia ultima frase prima di scendere dalla macchina è stata:
“lippa non so se odiarti o dirti vaffanculo”
controbatte dicendo: “bhe grazie, io ti ho portato a casa e tu mi tratti così?”
“vaffanculo”
esco a ci dirigiamo verso la stazione.
Il giorno dopo mi si presenta la bianca sotto casa mia con un regalo, era una maglietta dove c’era il primo piano di lippa in versione poster… e mi rendo conto che quel stronzo di lippa ci ha fatto passare un’altra avventura senza ritegno, nel pieno del suo stile.

Ciao lippa.

Stammi bene stronzo che non sei altro… mi mancherai…




PERDENDO UN AMICO
(Parole: Luca "Abort"; Musica: Sandrino; Linea di basso: Marina, 1986)

Strutture artificiali per tingermi di giusto
Copioni ormai scontati per muovermi sicuro
Banale ma sicuro
Ma quando ti allontani non ha più significato
E mi vedo nudo con quello che non ho
Quando ti allontani vedo il vuoto nei tuoi occhi
E la nausea per la vita che non ho
Perdendo un amico resta solo dolore
Perdendo un amico che ha ragione ad andare
Quando ti allontani mi sento ancor più nulla
Di fronte alla mia malafede
Quando ti allontani non so più cosa fare,
Non andare




LEGGI I COMMENTI (22) - SEGNALA questo BLOG


> > > MESSAGGI PRECEDENTI
SETTEMBRE 2018
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30

RICERCA:
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:

i compagni di bevute di sempre


luca bazzuka

alcoolpuro



culo tonante

checcot



colei che è detta tetta

detta


flacio

squittibus


skinhead boia

Rufus13



per fortuna…

salvaa



il porco

Atrax



il buso non gha occi

DeCarlà



fratelli e sorelle

punkettina



manàmanà

nekrofelia



il testone

nega23



banane

fart


l’istitutore del fan club delle madri

Johnnyboy


il ragazzo della compa dei dadi

sega



rambo

AGORAFOBIC



é

sardellone



il frikettone abbestia

mikelozzo



gengiva

Buckley



DDT

MarkoMx



capra!orsoRAPA si nutre di cariole e si verifica prevalentemente d’estate

jek-dyb



non zoppica più da mesi ormai

lercio



non ci stà ma prima o poi si

santoddio



ex compagni di deliri quando andavo a scuola



No Gho Paroe

ngp



che femena

GlOrY



la gallina padovana

darkangel



la bionda margherita del valle
non che anarchica fallita

Megghy84



l’astemia

stez



il prada per eccellenza

tegojna



il cuea

Torre!



el peso

dio brando



la piatta

tatababy



al tempo erano la coppia più assurda

den e attack83



la tettesca

DONAfatal!



l’unico che è andato a fare il grafico

linux



marmeotto

gnappo



l’hippy balorda

vale§



il thc in persona

ibe



dove sito finia?

mikitosk



brosk

tosk



I professori



quelli imbriaghi

zilvio albxxx



quelli sobri

non pervenuto nessuno



la famiglia



la mamma (spissa ae bae temporae)

Temporale



il finto narra

Kilo



kjmklmknhnagbmbtgrtpq

jslf



ecco a cosa la demenza a cosa puo’ portare

furryblog wayomi


il gino nazionale

ginopunk



propone cose sconcie

sKiZzA90



sorelle gemmelle fratelle frittelle belle scodelle padelle

bricius sorellina




c’e’ anche lui...h a ha h ha haa

peavy




mi ricorda qualkosa questa emulazione

Raztinger






al posto della zeta ci va la "c"

miticasiza




il vero narra

Narra



le elementari non si dimenticano

Blues Baby



tiemmi d’occhio la cara beax

jkd




dj notturno

pnd




l’avvocatto pazzo

matusalem




il fradeo

Momo




dagli subito un accendino appena lo vedi

MikNesiac




solamente ubriaca di se stessa. Emmuuuuu

nancyboy




i cartonianimati alcolizzati




ormai ti ho passato mille cubetti

mamba



mille mila miliardi ..troppo forte omo

millebirre




la sà lunga.

emily




arcuero scive

arcureo




crost

must




me lo sono sognato sotto efetti alkolici

bagus79




colei che preferisce non fare la mia tata

tata@




senza scopo di lucro del veterinario

cross




l’oliva da schiacciare è mia

apina




guccini cuea

incazzosa




il quadro da attacare al muro

girella




amore-odio per tutte le volte che ci siamo amati e poi scannati

Davidoff




tesoro e i suoi mille nick

elisaVI ngp




budino

ebe




la manesca-tettesca

Beax




vecchia gente stesso posto stesso bar

pole83 LeNiN




mia cugina

CiCe85




il mejo

iroi




la follia

lia




attenta che hai avuto il mio chiodo in custodia

godispig




porco dio se ricambi nick farò una petizione per farti bannare dal sito

muse




mi vuole tutto brochiato e con il frustino

kero kero




l’affascinante

iberis




la zietta per dato di fatto

corivorivo




la zietta per nick

ZIETTA




anello di fidanzamento

ice lady


la prima tetta

squit

nexthouse

x-files




bassista norvegese

CyBA




coloro della bassa padovana

a l e chiaretta




croccodilly

eized




colpa tua per la metal

faust




metal

Attilasss




il trio del porco dio

badgoddess 8dany4 biankaneve




l’uomo pieno di amici

tintrip




un “amico” di tin

salvojk




la bovarra

emmabovary




la coppia inglese

TH3_ANG3L karen




la coppia nostrana

pelth eta




in bocca al lupo cara

ELAV




goliardia portali via…ahgah hahah ah h ah ah a h ha haha

Lumberto artusi raul




la temibilissima e integerrima annulla blog di spritz.it

rosablu77




divoratrice di panini all’abusivo

icegirl




...Adesso ci separa un cestino

ma il ricordo di te
mi rimarrà per sempre...


venice78




il bello

skylock




saLVADOR DALì

dulcinea




TANTO non li conto

angel8434




colei che ha la madre con la cresta

orchidea77





i metal will never die

sanja mellon




le mie mogli

irenita pisolina




lesa per dato di fatto non di scelta

tossica




il cubetto per eccellenza

rossofuoco




sempre ai dadi

BARBAPAPA




il carabiniere

jessicaus




il re indiscusso del delirio

Kiyoaki




il primo che ho conosciuto su spritz… che mi fece la domanda famosa… “ ma il punk non è morto?” fottiti….

Emiglino

pensa un pò dopo anni chi si trova su spritz...

@si@



lo senti il ritmo skà????

stalbio



colei che ogni cosa diventa un argomento sessuale

Triky




l’uomo simpatico e bello

RELLO




pornopilots

lacurrada lucadido




l’uomo del mondo

tomarebea




feccio

Feck-U




nightrains

jojoe81 Bonehead jazz




un barzeletterie

ducabianco




se vuoi ci ripresentiamo un’altra volta

saltatempo




ormai possiamo sposarci

angelodinome




gli ultimi arrivi in ordine sparso

STOICENKO smart refosco




porta la quiete dopo la tempesta a bolzano

tunnel




l’allenatore della migliore squadra di pallone IL SAN GIROLAMO

RED76




cartone animato

fgth




il primo amore non si scorda mai

barotropico




ha un tronky nel culo

revo




non mi ricordo più chi sei
ama mia sorella è innamorata di te

LoveHunter




la kara

ladyK




e il caro

abri




e il terzo incomodo(riccardo)

crxpirate




pan di stelle
ma anche un po’ amica di Riccardo.

lunotta




la treviggiana-cortiggiana-parmiggiana

shaula




agrobrothers

lsdn




vaffanculo prete

fack you




la mittiKa laura

laurina




il lesoerbaamoresensualenight

andynight




un altro leso per eccelenza

spiderr




mi hanno adottato

Guglielmo germoglio




i più bei

cia2003 emanuelez




los scavejos

bacco



apprezza i miei anfibi

Mizzy



il viaggio per i mitici paolino paperino bunds

-Ace-


beatels VS ramones

Noel


foghy

Bigass


il futuro chittarista

DropkickM.




riccardo cuor di leone

D R A G O




ventosa nella fronte

ozzy




devo ancora avere le foto

unpercento




ari ari ari questa ragazza qui è un pò acidella
na cifra acidella.

aryyy




i vegetariani stanno a casa sua

lucadido




Il delirio nel cervello

lilliput




ranatan

chobin




sorella di ranatan

Kitty86pd




l’uomo con la pancia sexy

lopez75




verza

calimero




calimero

verza




prima o poi t’infilo la lingua in bocca

el guera




la tana del luppolo

strega




non ho ancora capio chi te sei

reficul




sgamato

davide501




e bevilo bevilo bevilo tutto

cesca-80




la ha d’oro

Toffee




biglietto da visita la sua foto..ahahahahhahah a hhhah ahaaa

janee



quanto ho riso quando ci vedevamo

RickyM.




110 (non sono le su misure)

pecchia




il pupazzocazzo di neve

JIJO




faccia da ubriacone

ciu




inizia pure a starmi simpatica...io mi preoccupo...h hahahahhaaa

Vampina




parlata forbita

RAC




atette

annette




lo stronzo che posta sempre le mie foto
ma a cui vojjo ben

squalo83




acqua in bocca

putin




frenKi riunisce i popoli

fragola




che bea che te si

elfa




non si chiama elisa

Elisewin29




anche lei non acetta il non cubetto

amara




alto altO alTO aLTO ALTO ALTo ALto Alto alto

demoman




la sorella virtuale dell’ile

elisewin




diego il tego sbiego

darkevil




cinosky

Markoski




grassie vecio

Fortfiled




batterista pippaiolo

syst3m




da quanto tempo

blondy




raver

madda




le elementari di feccio

Giulay




la roman-veneta

snovy




pc tedesco
corpo veneto

davideb




bar sport

REdiCUORI




è stato inglobato da una enorme vagina

ayeye



cinematografo

zorrobobo




ilcorrado

lacurrada




l’amante carnale

phem




kurt

dc67




metallina

Crazylara




ma è vero che vi radete la cosina??

pol7France



uomo borsello

albecas



il mio dread?

Adelaide



sampei

sampy




le barchette

nouse86



la bella bionda

miss




il bel biondo

biondyno



la bella mora che ho conosciuto a pola

paki




l’alkolizzata di turno

col80




viento a torte na piadina da badole??ahahha h a hahhahahaha

Kattiveria




swalter

Sbifidus




la sorella di ayeye

tika



va in figa de to mare

peoco



trovato casa

silverwax



l’ineguagliabile

Tia77


smanettatore di compiuter

pesciolino



la lentiggine poetica

Lah



dove sito finia????

Ambrosia



bighellona

bighina



papa girl

malaika



raver alla seconda

CrazyRaver



pazza

Jijotdl



senza se e senza ma il gruppo è pessimo

mxpx



la cara caterina

kabiria77



mha…

matan



can

dio



sorissona

ilu



portughes

blue_mad



mi inseguiva di nascosto mandandomi messaggi strani

anachron



tanti cd

alex1980pd



simpaticissima ma persa per strada

brividoom



uomo

Demoman



porkomondo

Porkemon




bira chiara

okki verdi

trombetista

Martarè


il capo della faMMeglia

titoz



lei:”io vorrei un anima nera”
lui:”io preferisco una melanera” ah a ha ha ha ha hh a ha ha ha ha hh ah a ha h a


melanera




che donna!

NadiaNB




ahah a hah ahah hah aha hahaa

stupenda87


tho guarda un po chi c’è

diego81


paolone

june X



capellone

Zoso83




ma sei un mio parente alla fine???

galvan



an vedi??

valevally



sgnaccara

Mercurio



con o senza capellino

spleen80



latte più

feccio



coloro che fanno un certo senso

lucenera 6estosenso



il grande andy

Andy1976




mai conosciuto

sbe spettinato jko formia coccobat jazzbass jael sabry8



I tre più coglioni del sito

punker china take bread




doppioni dei doppioni

The Carlà ivory ebony MADEinHELL bviatove shpalman ospite scurreggia gab K.4 miaomix idol Occhi blu D17 chiapetta ImakeSoap scheggia betta84 zilog80 gattina 6delsito? wind78 shaft




gli scomparsi

naas
tita davide501 loky sweetfairy sunlife pensiero Rospinachiachiara danette socio rollo scobidooo alebanax Dultius



fantastica
particolare fuggitiva

emily



bellissimi capelli

frenga



bevute indimenticabili

Andy1976



mente geniale

Gaeto



fatina

banshee



scomparse

marilesa alelesa



credo abbia chiesto il nostro divorzio

becis



belle e simpatiche

Minnie sbiru



amica del peocco

gatagorda



ci trovavamo alle code dei semafori della stanga

claudio78



personaggio particolare

SETH



hakeraggio

puk



cambia i fusti alla tana del luppolo

kurt



non ha nulla di vegano-ano.

veganstyle



simpatico omone black metal

styge

stefania

stefy86



laurea di carlà

kilo666



grande
mitico ineguagliabile

'>0



steig il mio amore
che se ne và

un altro



pazzeo

pazzz



pinzi
pinzi pinzi pinzi

lunapark



trevi

trevican



e il suo alter ego

tre ovi



strana bionda

cicy



non chiametela veronica

veroniCAZ


spara cazzate a tradimento

mcampo



la giulia ci osserva ma non dice mai nulla

zula


si mi ricordo di te

fodde85


mi sono innamorato di te.

twinkie


sorella gemella del finto murko

Tynetta86



nessuno

onussen



tho guarda chi ho trovato!!!

mate ka



bevitore pazzo che mi infila la lingua in bocca…anche lui si..ah hah ah ah ha h a haa

gino pongo


ammaliante simona

gwen


limonatore pazzo

architect


pilli
detto anche edward mani di forbice

aristopank



flavio l’audiofilo

plappio


il pomo di adamo

weld


non fa ridere

rigapank

è tutta colpa mia… o tua???

jad

pensa un po’ te o pensa un po’ per te

apology

suona la chitarra
anzi le chitarre.a hah ha hah ah h a ha hah h ahaa

myapology


debosciati

fanecco p


la wodka alla pera

raggioverde




e la bella ferrarese

sorciere




evviva gli incontri in macchina

claudio78




certo che ci siamo ritrovati in un posto del cazzo.ah ah a h ha ha ha haa

yaya




sempre più ammaliante

nanna



teatro in persona

brail81



se volete mettere un water in mezzo alla piazza della vostra citta contattatelo...lui sà come fare...ah a hahahaa

tosco



nell valle del valle

Mirror



peretto o de pretto

eugenio



fotografa

mkm



quelle foto indimenticabili

sara_rossa




tette

PASSERA



amiche della scory

mofo fataverde



ha tirato buca al mio compleanno

rage86



la bella anna

annajimbo



bau sara

sarabau



mi fa le foto mentre dormo all’iris.bastardo.

raziel



i griffins

grifis


cara amica della giada

cicalina

il signor birra

mr.pinky


fake non riconosciuti

qwerty


BOOKMARKS

sick punx

(da Pagine Personali / HomePage )

il loz e le sue foto

(da Pagine Personali / HomePage )

blog della bina

(da Informazione / Agenzie di Stampa )

blog degli arsenico

(da Informazione / Agenzie di Stampa )

blog del sangue

(da Informazione / Agenzie di Stampa )

il blog del bambino kinder

(da Informazione / Notizie del Giorno )

blog di puke

(da Tempo Libero / Umorismo e Satira )

psycho negatives

(da PC e Internet / Acquisti )

punk in francia

(da Informazione / Agenzie di Stampa )

michele marchese

(da Fotografia / Corsi Online )

versi con la bocca

(da Musica / Cantanti e Musicisti )

sbokko atipico

(da Musica / Cantanti e Musicisti )

OKKUPA

(da Informazione / Agenzie di Stampa )

ALESSANDRO SAITTA 2

(da Pagine Personali / HomePage )

blog ...

(da PC e Internet / Acquisti )

RivoltA

(da Informazione / Agenzie di Stampa )

LA TUA ATTENZIONE

(da Tempo Libero / Astrologia )

SKABBIA ANARCHOPUNX

(da Informazione / Agenzie di Stampa )

kinA

(da Musica / Cantanti e Musicisti )

il pene di paperino

(da Informazione / Agenzie di Stampa )

feste di ciccioni

(da Pagine Personali / HomePage )

DDT di padova

(da Musica / Cantanti e Musicisti )

alessandro saitta

(da Pagine Personali / HomePage )

ATROX

(da Musica / Cantanti e Musicisti )

MA POSTAWA TO PUNK A DROGA PO

(da Informazione / Agenzie di Stampa )

blog giulia

(da PC e Internet / Giochi )

chaos punk

(da Musica / Cantanti e Musicisti )

UTENTI ONLINE: