BLOG MENU:


paroxysm, 36 anni
spritzina di
CHE FACCIO?
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO

Palaniuck
Sorrentino
Kavafis
Achmatova
Pozzi
Bukowsky
Burroghes
Montejo
Lorca
Montale
Celine
Pessoa
Burrough
Szymbroska
Baricco
Borges
Nemiroski
Pasolini
Plath
Pizarnik
Cortazar
Bre
Kundera
Nothomb
Sexton
Sartre
Palaniuck
Kakfa
Mann
Jonathan Safran Foer
Boll
Merini
Welsh
Carver
Salinger
Mazzantini
Jong






HO VISTO

truffaut
godard
tarkovskj
kitano
wong kar wai
lynch
wenders


STO ASCOLTANDO



ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...

un vocabolario dei contrari

STO STUDIANDO...

endiadi

OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata

Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:



Anche quando pare di poche spanne, un viaggio può restare senza ritorno.

Italo Calvino




(questo BLOG è stato visitato 25263 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, nacho82, ospite, Davesan, ospite, ospite, DesmoClau, Asterope, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



domenica 19 marzo 2017 - ore 19:01


buttiamoci giù
(categoria: " Vita Quotidiana ")


“Passiamo tutti tanto tempo senza dire cosa vogliamo perché sappiamo di non poterlo avere. E perché sembrano robe rozze, o ingrate, o sleali, o infantili, o stupide. O anche perché siamo talmente disperati da fingere che le cose siano come devono essere, e sembra una mossa falsa confessare a noi stessi che non lo sono. Su, forza sputa cosa vuoi.”

Nick Hornby – Non Buttiamoci giù





- PERMALINK



mercoledì 18 gennaio 2012 - ore 20:16



(categoria: " Vita Quotidiana ")


niente ai miei occhi ha maggior pregio dell’aggressività della ruggine-

- PERMALINK



martedì 22 giugno 2010 - ore 13:43



(categoria: " Vita Quotidiana ")


mi fai morire di fame

è un lungo monologo
di cui ho nostalgia
come avere davanti uno specchio
poi lei appare
autopsia su corpi vivi
ricuce alla meno peggio e va via
ogni tanto porta via qualcosa


La somma degli angoli in cui ti nascondi
è sicuramente superiore a 360





- PERMALINK



mercoledì 9 giugno 2010 - ore 17:16



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Schöpfung [creazione]
(categoria: " Vita Quotidiana ")

Ich habe vergessen [ho dimenticato]
Wenn man schreibt
Wer kann?

Engel nicht [gli angeli no/ gli uomini no]
Menschen nicht
Es bleibt uns vielleicht
ein Angst [paura]

der Freund
Herr Freud

aber ich schabe und schlitze [squarcio sfregio]
ich bin
ich bin unnachweisbar [indimostrabile]



[ also spracht Paroxysm]



Creazione

io ho dimenticato
quando si scrive
chi può?

gli angeli no
gli uomini no
non rimane forse
che una paura

l’amico
signor Freud

ma io squarcio e sfregio
io sono
io sono indimostrabile



[andate in pace]

- PERMALINK



lunedì 7 giugno 2010 - ore 17:25



(categoria: " Vita Quotidiana ")


anzi ora è ancora peggio...a recuperare i cocci dei cocci dei cocci

- PERMALINK



venerdì 4 giugno 2010 - ore 13:33



(categoria: " Vita Quotidiana ")


le stelle quando mi vedono cadere esprimono desideri
(categoria: " Vita Quotidiana ")

[LE STELLE QUANDO MI VEDONO CADERE, ESPRIMONO UN DESIDERIO]




certe persone anche quando si guardano allo specchio si vedono di spalle, questo bisogna saperlo digerire


stasera che sono qui da sola, mi viene in mente che la prima poesia di Wislawa Szymbroska fu ’ Szukam strokowa’

che significa ’cerco una parola’

stasera mi viene in mente che Gaudì morì sotto un tram
stasera penso che la Plath aveva una figlia di nome Frieda e che usò lo pseudonimo di Victoria Lucas
stasera Lucio Fontana è un astrattista eretico
stasera Magritte ha il suo cappello nero da psicanalisi


Ma se Freud avesse fatto il domatore e Beethoven l’idraulico?Ma se io avessi fatto la maestra?


è tutto un fare errori o esperienze o prove,ti aspetti che un giorno la vita vera arriverà che sarai pronta,ma niente può esserti garantito da nessuno.
sei certa che potrai essere amata per ciò che sei, ma non sai cosa vuol dire.pensi ai vestitini neri nell’armadio alle parole nei fogli alle immagini alle idee alla mancanza di tempo.
e non riesci mica tanto bene a comporti.e sei felice di non avere sempre aggettivi pronti a mettere tutto in ordine.la sintassi ne risente a volte, sei stonata e fuori tempo, ti perdi volentieri e accetti di non essere spesso il soggetto di discorsi sensati.accetti controvoglia di essere fraintesa.
stasera ho un petalo di magnolia in mano, mi siedo fuori e vorrei mettermi a contare le stelle ma ho solo dieci dita e perdo facilmente il conto.







- PERMALINK



venerdì 4 giugno 2010 - ore 13:30



(categoria: " Vita Quotidiana ")


è un dritto e un rovescio nella malinconia?
e le stelle incidono il cielo per farsi largo
senza pietà


il filo del mio aquilone
impigliato nei tombini di una città che non conosco
dovrei cadere con più grazia
inciampata nei fili tessuti da ragni notturni









ho una storia da raccontare
ma





recito la parte del fiocco di neve
[...]

nascondo dentro le mani una valanga

è che ho sempre odiato i finali a sorpresa
e soprattutto le macerie

recito la parte del fiocco di neve
sciolgo al calore della pelle
mi ribello all’unicità che porto
nascondo dietro gli sguardi
altri sguardi come trappole armate

dovrei spiegarmi meglio?
ma


ma dove va il bianco quando la neve si scioglie?]









Wissenschaft macht frei
also sprach Paroxysm


- PERMALINK



venerdì 4 giugno 2010 - ore 13:28



(categoria: " Vita Quotidiana ")


perché la tristezza, lo so, è un equivoco

La mia amica immaginaria a volte si materializza
prima di tornare a essere magnificamente invisibile
del resto anch’io, per lei, sono lo stesso
nulla più che un’idea stramba e allegra
un antidoto al normale
Ci diamo abbracci immaginari che non fanno mai male

se le cito Bukowski sorride
mi dice come pettinarmi i capelli
e mi lacca di le unghie di rosso acceso
elabora nuove teorie che mi consentono
di prendere le distanze da me stessa










- PERMALINK



venerdì 4 giugno 2010 - ore 13:27



(categoria: " Vita Quotidiana ")


chissà com’ero prima di conoscermi
avevo sempre i miei capelli
e i miei occhi
o sono solo scuse per ridimensionare il mio splendore

e se mi penso diversa
sono brava nella bugia che immagino
percorrendo pagine con il dito
che striscia sotto ogni riga

oggi non ho tempo per cercarmi
devo mantenere intatto il mondo
dei quaderni a quadretti
sto traslocando a poco a poco

pria di tutto i pensieri


[spazio]
alle poetesse che fanno le pazze
alle pazze che fanno le poetesse















- PERMALINK



venerdì 4 giugno 2010 - ore 13:25



(categoria: " Vita Quotidiana ")







Loro dicono che la cura è peggiore della malattia.



- PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI
OTTOBRE 2017
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31