Spritz.it - maggio75's HOME - BLOG DIRECTORY - IL TUO BLOG - Segnala qs BLOG




NICK: maggio75
SESSO: w
ETA': 18
CITTA': Milano
COSA COMBINO: Cantante Lirica Soprano
STATUS: sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[PROFILONE COMPLETO]

[ SCRIVIMI ]



STO LEGGENDO
Spartiti


HO VISTO
www.compagniadelbelcanto.it


STO ASCOLTANDO
G. De Machaut Ma fin est mon commencement

Steve Reich Proverb

Handel Lascia ch’io pianga Rinaldo

Bach Erbarme Dich St. Matthew Passion

Bach Movement 1 Allegro Brandenburg Concerto n. 5 in D major

Handel The trumpet shall sound Messiah

Vivaldi The Four Seasons

Bach Fugue in c minor

Mozart Symphony no. 40 G minor

Beethoven Symphony no. 5

Mozart Eine Kleine Nachtmusik

Mozart Ave Verum

Mozart Piano Concerto

Mozart Queen of the Night The Magic Flute

Beethoven Fur Elise

Beethoven Ode to Joy Symphony no. 9

Bizet Carmen

Verdi La Traviata

Liszt Hungarian Rhapsody II

Schubert Die Winterreise Der Leiermann

Lully Bois épais

Scarlatti O cessate di piagarmi

Gluck Che faro’ senza Euridice

Handel Ombra mai fu

Purcell When I am Laid in Earth

C. Saint-Saëns Danse Macabre

R. Wagner The ride of the Valkyries

P. Tchaikovsky The Nutcracker

J. Brahms Hungarian Dance no 5

E. Grieg Norwegian Dance no 2

G. Rossini William Tell

Benjamin Britten Four Sea Interludes from Peter Grimes

Scott Joplin Maple Leaf Rag

George Gershwin Rhapsody in Blue

Ella Fitzgerald Stormy Weather

Amarilli mia bella by Caccini

Caro mio ben by Giordani

Alma del core by Caldara

My lovely Celia by G. Monroe

Ave Maria by Caccini

Moon River by Mancini

Castle on a cloud (Les Miserables)

Santa Lucia By Cottrau

Down by the Salley Gardens

La vie en Rose Edith Piaf

L’Hymne à l’amour Edith Piaf

On my own (les miserables)

Die Nacht Richard Strauss

Unchained Melody

Bella prova

Rainy days and Mondays by The Carpenters

O cessate di piagarmi by Scarlatti

Smile by C. Chaplin

Vaga Luna by Bellini

Over the rainbow

Voi che sapete...by Mozart


ABBIGLIAMENTO
del GIORNO
Professional


ORA VORREI TANTO...
Baciare il giovane baritono


IN QS PERIODO STO STUDIANDO...
Canto

Vaccai


OGGI IL MIO UMORE E'...
Sono felicissima


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...




PARANOIE
1)
2)

 


MERAVIGLIE

1)
2)





“Call trans opt: received.

Trace program: running

Wake up. Kate...

matrix has you

follow the white rabbit.

knock, knock, Kate.


I followed him. ”

(questo BLOG è stato visitato 2921 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, la_vale, ospite, ospite, ospite, ruud, ospite, ospite, morobosci, Belele ,


ULTIMI 10 messaggi
(per leggere i precedenti naviga attraverso il calendarietto qui a destra:
i giorni linkati sono quelli che contengono interventi )


giovedì 11 gennaio 2018
ore 22:41
(categoria: "Vita Quotidiana")


Quando Maggio75 rischio’ di morire
Ebbene si, una bella definizione per Maggio ci sarebbe: tanto attraente per i maschi alpha quanto odiosa per i suoi coinquilini maschi, ci sono varie definizioni di coinquilino di merda: il fattone, il puzzone, il maleducato e poi il perfettino. Maggio ricade ahime’ in quest’ultima categoria, lei non sopporta le briciole sul pavimento, i piatti lasciati imputridire nel lavello, i mozziconi di sigaretta sparsi sopra il tavolo, la pattumiera da svuotare.
Nemmeno gli estranei trovati a dormire sfatti sul “couch” ma questa e’ un’altra puntata.
Dopo aver vissuto 6 anni da sola in campagna non fu facile per lei abituarsi a convivere per un po’ con gente estranea, tale onore le venne risparmiato anche ai tempi universitari abitando in provincia.
Maggio ha cambiato ben 4 case in Irlanda e nel 2012 giunse il turno di una casa condivisa con 2 maschietti: Nicola da Catanzaro e Shane da Waterford.
“Wow 2 maschi! Saro’ la regina della casa” penso’ Maggio appena lesse l’annuncio...peccato che le storie nate nella sua mente fantastica siano sempre destinate a finire come nei migliori film dell’orrore o quasi.
C’e’ da fare una doverosa premessa pero’ sulle case irlandesi: oltre che umide sono piccole, tutto e’ ridotto al minimo specialmente bagni e cucine, cosa difficile da sopportare per gli italiani abituati a spazi piu’ decenti soprattutto per cio’ che concerne igiene e cibo.
Gli irlandesi ahime’ non sono grandi fan ne’ dell’igiene personale ne’ del cibo cosi’ come lo percepiamo noi: gli irlandesi si nutrono, noi gustiamo il cibo per cui riserviamo a questi due aspetti i giusti spazi seppur in posti angusti.
Quando Maggio raggiunse per la prima volta la casa per una visita conoscitiva venne accolta da Shane, capello lungo, magro, sguardo sereno e appassionato di Giappone: un samurai! “Quando puoi venire? Un mese? Ok ti do’ le chiavi”, gli irlandesi si fidano, lasciano quasi sempre le porte aperte. Tutti.
Gli irlandesi soprattutto non sentono freddo e se poi metti insieme un uomo irlandese piu’ un uomo italiano allora la coppia culo-camicia e’ un fatto che prende forma nei suoi aspetti piu’ goliardici: serate passate a rutto libero con film porno, serate con amici universitari (Nicola era un phd in fisica) tra vino e lezioni di bohdran (Shane suonava musica folk nei pubs), il tutto mentre la terza coinquilina cerca di dormire dovendo andare al lavoro il giorno seguente.
Una sera Maggio torna a casa, saluta l’irlandese padrone del couch e sale in camera per una doccia calda, peccato che qualcuno aveva spento il bollitore, Maggio infuriata scende e chiede spiegazioni al samurai: “eh tu spesso lo lasci aperto...ho pensato di farti un favore” “ok allora io la prox bill non la pago coglione” il samurai improvvisamente perde tutto il suo aplomb e vomita un astio che lascia la povera Maggio speachless “shut-up girl, sei cattiva, accusi senza sapere, non rispetti gli altri, NON LAVI LA TUA TAZZA!” “ah la mia tazza?? E vogliamo allora parlare dei tuoi piatti sporchi, la pattumiera che non svuoti mai nonostante il tanto tempo a disposizione passato in casa a “meditare” o della tua spazzola piena di capelli sempre lasciata sopra il tavolo della cucina??” arriva Nicola a calmare i bollenti spiriti.
Shane appassionato di Giappone organizza il suo compleanno con un pranzo a base di sushi preparato da lui “sono vissuto in Giappone per 3 anni e so come si fa, ti va di unirti?” un modo per scusarsi o solo educazione dettata dalla convivenza? Un mistero ancora da chiarire ma Maggio accetta.
Rotolini di alghe ovunque e l’odiosa flatmate circondata da orientali da ogni dove, giapponesi, cinesi, bangladesi tutti calmi in attesa della loro porzioncina ghiotta offerta dal samurai, Nicola che serve i vini e Maggio che pone attenzione ad una salsa verde, Shane sorride e le offre il sushi con la salsina, “si mangiano insieme prendine un cucchiaio!” “grazie! Apprezzo tant…” Maggio inizia a sentirsi male..”che cavolo e’???” “oh? Non lo sai? E’ wasabi! Un PO’ piccante…” Maggio non respira, il viso rosso, tutti ridono “e’ inutile che bevi mangia il pane” le urla l’italiano, Maggio ha la sensazione di morire per 5 minuti. Li’ a Cork tra un italiano un irlandese e asiatici dalla provenienza non ben definita.
Shane alla fine se ne ando’ via di casa. La sua casa di Waterford rimase senza affittuari e in mancanza di un’entrata fissa e di un lavoro non pote’ piu’ permettersi Cork e la sua odiosa coinquilina italiana. Perfettina.
Maggio torna a casa una sera e la trova vuota cosi’ come il frigo (pieno fino al giorno prima di cibo andato a male) con un’unica cosa in mezzo: un tubetto di wasabi..grazie Shane!


LEGGI I COMMENTI (2) - SEGNALA questo BLOG

lunedì 8 gennaio 2018
ore 23:26
(categoria: "Vita Quotidiana")


Welcome 2018!
Ho dato. Adesso per 2 mesi son solo tua.
Adoro la centrifuga milanese, a breve nell’ordine:
La Thuile, Milano, Amsterdam-Eindhoven-Bruxelles, Milano, Londra, Milano e concertino, Milano e master, Parigi, Milano, Madrid, Milano, Cork?, vogliamo programmare prossimo viaggio? si: vorrei vorrei...Shenzhen .
Ah le resolutions 2018:
Non ho resolutions perche’ sto vivendo cio’ che desidero.
Aggiungo:
dei biscotti decenti,
una nuova auto,
una recinzione,
una cassetta della posta nuova .


LEGGI I COMMENTI (2) - SEGNALA questo BLOG

giovedì 4 gennaio 2018
ore 01:32
(categoria: "Vita Quotidiana")


Maggio75, il tiramisu e il Viagra
Maggio75 qualche Natale fa decise di prendere per la gola il trentenne aitante James incontrato in un pub qualche mese prima.
Lui avrebbe aperto con un solo colpo di…”anche” la leggera porta della casa dove Maggio abitava da ormai 2 anni..lei lo avrebbe atteso con vino e un tiramisu cake sconosciuto dai locali.
Beh le premesse c’erano tutte, lui era simpatico e l’attrazione era reciproca e c’era stato un bacio favoloso percio’ sarebbe stata una vigilia interessante.
James arriva con una strana ansia sul volto “forse non sono abbastanza carina? No non e’ possibile mi ha baciata subito” “how things are going honey?” “not too bad..”
Maggio si affretta a farlo accomodare desiderosa di introdurre il suo nuovo spasimante alla cucina italiana! James pero’ non sembra convinto e non vuole assaggiare il tiramisu “never seen such a “gelly” cake, I don’t feel comfortable in tasting this” Maggio per un attimo rimane interdetta “ma come gelly?? ho capito non vuole aspettare..well do you prefer to stay upstairs?”
I due si spostano nella camera da letto lasciando il trionfo di mascarpone, caffe’ e rum tutto solo sopra il tavolo...Maggio poteva sentire gli echi di delusione di quella povera creatura lasciata intatta.
L’eccitazione di Maggio e’ massima per cui inizia ad avvicinarsi a James seduto sopra al letto...bacio, farfugliare di mani e poi...qualcosa che dal taschino della camicia “is crinkling”, fa come uno strano rumore di carta increspata.
“Che cacchio hai nascosto la’?” “nulla!” “scusami ma non voglio droghe in casa mia..fammi vedere” James tira fuori un blister..si le pillole blu, non le caramelle dei puffi ma il Viagra!
“Pensi davvero di doverlo usare con me?” “non so..” poi James sviene sul letto..”ma che ti succede??” “no, no...non doveva andare cosi’” si dispera lui, Maggio ammutolita, silenzio anche dal povero tiramisu tutto solo giu’ in cucina..James si rianima e decide che quella vigilia di Natale aveva gia’ regalato belle sorprese alla sua bella italiana, si ricompone in fretta e scappa...lasciando aperta la piccola porta di casa ahime’ non secondo quanto immaginato da Maggio.
Il giorno di Natale non rimase piu’ traccia ne’ del tiramisu ne’ di James, Maggio ancora si chiede dove sia finito.
Morale: mai abbinare cucina italiana con uomini irlandesi.


LEGGI I COMMENTI (4) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 27 dicembre 2017
ore 13:27
(categoria: "Vita Quotidiana")


Pirlaaaa
Dopo un doppio giro di grappe alla veneta con tanto di ubriacatura e risate a non finire tra amici nuovi, ritrovati, aggiunti, stamattina solo aria meneghina in ufficio.."ueee figaaa dove sono finiti questi 4 pirletti dell’equatore? terun! Và a dà via i ciap con la barchetta!"e schiscetta a base di cassoeulaaa....

LEGGI I COMMENTI (6) - SEGNALA questo BLOG

martedì 19 dicembre 2017
ore 23:31
(categoria: "Vita Quotidiana")


Vedo vibratori..
Stasera sono abbastanza sicura di essere scivolata per un attimo in qualche altra dimensione spazio temporale...tutta la gente parlava in spagnolo e per un momento ho visto lo sguardo del bimbo de "Il sesto senso". "Vedo la gente morta....."
Lavoro un sacco e sono stanchissima e questo e’ il regalino che ho ricevuto "per caso" dai miei colleghi maschi...mi chiedo: possibile che ispiro solo sesso? Eppure lo giuro: non faccio nulla per provocarli. E la cartolina dice: "Il Natale quando viene viene!" penso che questa cosa e il lavoro di questi giorni mi abbiano mentalmente destabilizzata.



LEGGI I COMMENTI (4) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 15 dicembre 2017
ore 00:15
(categoria: "Vita Quotidiana")


Let’s start Christmas!
Christmas party con viaggio sensoriale attraverso le opere di Chagall al museo della Permanente.
Biglietti da visita e selfies tra champagne e fregola sarda di cui nemmeno conoscevo l’esistenza, una pastina per bimbi ma piccante..interessante.
La musica di Mozart in sottofondo con la Regina della Notte mi ha piacevolmente sorpreso e cullato per tutta la serata mentre curavo le mie PR..
Nemmeno da paragonare con le feste irlandesi con tutti spaccati dall’alcool.
Ora vi regalo un pezzo del mio cuore (nel caso ne vendo un tanto al kg..chi interessato mi contatti, l’anima in eccesso non e’ trattabile. Solo distinti ):


LEGGI I COMMENTI (3) - SEGNALA questo BLOG

lunedì 11 dicembre 2017
ore 12:19
(categoria: "Vita Quotidiana")


Coming home
Fuori Milano neve, bufera, gelicidii (n° imprecisato di iii), piste ghiacciate, nubi avverse, ritardi, gente incazzata, entri a Milano e improvvisamente tutto ridiventa ordinato, puntuale e perfetto.. e niente la classe non é neve..Milan style!

COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

domenica 3 dicembre 2017
ore 15:08
(categoria: "Vita Quotidiana")


Nelle domeniche gelate..
Coccolarsi e farsi coccolare...

COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

domenica 26 novembre 2017
ore 02:28
(categoria: "Vita Quotidiana")


25 Novembre. Le scale parlanti ci salveranno.
Sono sempre state solo piccole percezioni ahime’ inascoltate..un tono di voce, uno sguardo teso, l’odore..la piccola Enigma non sapeva di subire forme di violenza e quando il padre ubriaco e urlante lanciava sedie addosso al muro lei aveva capito che per qualche strana magia scendendo e salendo le scale senza sosta canticchiando la solita canzoncina il silenzio sarebbe sceso ancora e tutti si sarebbero salvati. Anche la sua sorellina avrebbe smesso di tremare sotto le lenzuola. Era comunque tutto merito di Enigma. Lei sapeva sempre come risolvere le situazioni di tensione, canticchiava, le scale erano come le note musicali e seguivano la melodia con lei.
Enigma quella sera di qualche anno fa non pensava piu’ alle scale parlanti come soluzione pero’ la sensazione era simile, di nausea. Quella sera avrebbe cenato con Carlos il ragazzo spagnolo conosciuto in un dating site, l’aveva conquistata con un caffe’, modi gentili, messaggi bellissimi ”non posso prometterti il cielo, ma dammi solo una possibilita’ di donarti il mio cuore..” tutto perfetto a parte ancora quel stridore...un piccolo rumore di fondo fuori dalle righe, un non so che di nauseabondo, moribondo...la puzza di bruciato da una lussuosa sala ristorante, tu ti giri e rigiri ma non capisci da dove arrivi. Era in palestra Enigma..”quasi quasi gli dico che non sto bene” si toglie i leggings, la maglietta, ”no dai in fondo e’ stato carino”...si ferma con la sua amica dopo la palestra per dirle che quella sera sarebbe stata con lui “vado da lui” era la loro regola d’oro, si avvertivano a vicenda prima di stare con un nuovo ragazzo per aiutarsi nel caso ce ne fosse stato bisogno e in questo erano diventate bravissime, avevano inventato un codice segreto per le emergenze, uno squillo quindi l’arrivo dell’una per salvare l’altra da una situazione imbarazzante, Enigma sapeva di poter contare sulla sua amica un po’ come le sue scale parlanti. Carlos arrivo’ a prenderla in macchina e si’ era diverso, un viso sconosciuto ”scusa mi sono trattenuta in palestra pensavo di farcela” “piu’ che altro per il pesce in forno” gelo, un’espressione diversa, l’aveva fatto aspettare, entrano in cucina, profumi di Spagna, pesce fresco, vino, fa tutto lui, cucina, prepara, taglia, scola ”posso aiutarti?” “no no” bla bla bla musica, un vero gentleman finalmente! Parlano di lavoro, lui della sua ex, Enigma ride, fa battute, gia’ perche’ non regge il vino ed e’ gia’ “tipsy”.
Altre scale, stavolta coperte di moquette, lui sembra frettoloso l’appoggia sul letto pieno di lattine vuote, adattatori, hearphones, tutto in un attimo…”senti puoi tagliarti un po’ la barba? Mi fa un po’ il solletico mentre mi baci” ”io non ti piaccio vero?” “non ho detto questo” “invece sei una principessina stronza” “ma smettila di…” Enigma fu sorpresa dal suono di quella mano pelosa e pesante. Uno schiaffo senza preavviso seguito da accuse senza sosta “ti faccio una cena meravigliosa rinunciando a stare con i miei amici e tu nemmeno mi aiuti e poi mi disprezzi, ora raccogli le tue cose e ti riaccompagno a casa” “chiamo un taxi lascia stare” “no tu adesso sali in quella cazzo di macchina e stai zitta finche’ non ti porto a casa”.
Enigma viene spinta con forza verso le scale che non erano parlanti...nulla avrebbe potuto salvarla, Enigma venne lasciata in mezzo alla strada a pochi metri da casa. Umiliata. Nel suo letto penso’ che in fondo una prostituta avrebbe preservato una maggiore dignita’.
Enigma imparo’ a rispettare le sue percezioni emerse fin dalla prima molestia.
Le scale potevano ritornare silenti.


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

martedì 14 novembre 2017
ore 00:07
(categoria: "Vita Quotidiana")


Consciousness/Enigma
A cosa pensi Maggio75?
"non ti rispondo"
Cosa fa una rosa piu’ un bicchiere di nero d’Avola?
"tutto e niente"
Perche’ fai cosi’ Maggio?
"qui non c’entri nulla"
Ma stasera dei tuoi mille pensieri che potro’ mai tramandare?
"tutti racchiusi in quella rosa, sono stanca ora puoi anche andare"
IO non posso andarmene Maggio sono esattamente qui..


LEGGI I COMMENTI (2) - SEGNALA questo BLOG


> > > MESSAGGI PRECEDENTI
DICEMBRE 2017
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

RICERCA:
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:


BOOKMARKS

UTENTI ONLINE: