Spritz.it - irenene's HOME - BLOG DIRECTORY - IL TUO BLOG - Segnala qs BLOG




NICK: irenene
SESSO: w
ETA': 23
CITTA': pd
COSA COMBINO: Non è da questo che si giudica una persona!
STATUS: sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[PROFILONE COMPLETO]

[ SCRIVIMI ]



STO LEGGENDO


HO VISTO
tutto e niente.


STO ASCOLTANDO
me stessa


ABBIGLIAMENTO
del GIORNO
.......???


ORA VORREI TANTO...
andarmene e non tornare piu


IN QS PERIODO STO STUDIANDO...
poco


OGGI IL MIO UMORE E'...
nero


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...




PARANOIE
Nessuna scelta effettuata

 


MERAVIGLIE

1)





“ ”

(questo BLOG è stato visitato 505 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite,


ULTIMI 10 messaggi
(per leggere i precedenti naviga attraverso il calendarietto qui a destra:
i giorni linkati sono quelli che contengono interventi )


mercoledì 1 dicembre 2004
ore 01:41
(categoria: "Riflessioni")


Dov'era Dio...?




> Dov'era Dio...?
>
> Alla figlia di Billy Graham, intervistata dalla TV, Jane Clayson ha
chiesto
> (a proposito della tragedia delle Twin Towers):
>
> "Dio come ha potuto permettere che avvenisse una sciagura del Genere?"
>
> Anne Graham ha dato una risposta estremamente profonda ed intelligente:
>
> "Io credo che Dio sia profondamente rattristato da questo, proprio come lo
> siamo noi, ma per anni noi gli abbiamo detto di andarsene dalle nostre
> scuole, di andarsene dal nostro governo, di andarsene dalle nostre vite.
Ed
> essendo Lui quel gentiluomo che è, io credo che Egli con calma si è fatto
> da
> parte.
>
> Come possiamo aspettarci che Dio ci dia la Sua benedizione e la Sua
> protezione se Gli diciamo: "lasciaci soli"? [...] Considerando i recenti
> avvenimenti... attacchi terroristici, sparatorie nelle scuole... ecc.,
> penso
> che tutto sia cominciato quando Madeline Murray O'Hare (è stata
> assassinata,
> il suo corpo è stato trovato recentemente) ha detto di non volere alcuna
> preghiera nelle nostre scuole, e le abbiamo detto OK.
>
> Poi qualcuno ha detto: "è meglio non leggere la Bibbia nelle scuole"....
la
> Bibbia dice Tu non ucciderai, Tu non ruberai, ama il tuo prossimo come te
> stesso... e noi gli abbiamo detto OK.
>
> Poi, il dottor Benjamin Spock ha detto che noi non dovremmo sculacciare i
> nostri figli se si comportano male perché la loro personalità viene
deviata
> e potremmo arrecare danno alla loro auto-stima (il figlio del dottor Spock
> si è suicidato), e noi gli abbiamo detto: "un esperto sa di cosa sta
> parlando", e così abbiamo detto OK.
>
> Poi, qualcuno ha detto che sarebbe opportuno che gli insegnanti e i
presidi
> non punissero i nostri figli quando si comportano male, e noi gli abbia
> detto OK.
> E gli amministratori delle scuole hanno detto: "sarebbe meglio che nessun
> membro della scuola tocchi un alunno quando si comporta male perché non
> vogliamo nessuna cattiva pubblicità e non vogliamo essere citati in
> giudizio" (c'è una bella differenza tra disciplinare e toccare, picchiare,
> umiliare, prendere a calci ecc.). E noi abbiamo detto OK
>
> Poi, qualcuno ha detto: "permettiamo alle nostre figlie di abortire, se lo
> vogliono. e senza dirlo ai loro genitori".
> E noi abbiamo detto OK.
>
> Poi, qualche saggio membro del consiglio didattico delle scuole ha detto:
> "siccome i ragazzi sono sempre ragazzi e lo faranno in ogni caso,
> concediamo
> loro tutti i preservativi che vogliono. cosicché possano divertirsi quanto
> vogliono, e non dovremo neanche dire ai loro genitori che li hanno
ricevuti
> a scuola", e noi abbiamo detto OK.
>
> Poi alcuni dei nostri amministratori più importanti hanno detto: "Non è
> importante ciò che facciamo in privato, purché facciamo il nostro lavoro",
> e
> d'accordo con loro, noi abbiamo detto "Non importa ciò che, chicchessia,
> incluso il Presidente, [è evidente il riferimento ad un noto scandalo
> avvenuto negli USA non molto tempo fa. (N.d.R.) ], fa in privato, fintanto
> che io continuo ad avere un'occupazione e l'economia va bene". E poi
> qualcuno ha detto: "Stampiamo riviste con fotografie di donne nude e
> chiamiamo tutto ciò "salutare apprezzamento per la bellezza del corpo
> femminile".
> E noi gli abbiamo OK.
> E poi qualcun altro è voluto andare oltre ed ha pubblicato delle immagini
> di
> bambini nudi, e poi è andato avanti rendendoli disponibili su internet.
> E noi abbiamo detto: "OK, questo fa parte della libertà d'espressione".
>
> E poi l'industria del divertimento ha detto: "facciamo dei programmi TV e
> dei film che promuovano il blasfemo, la violenza e il sesso illecito. E
> registriamo musica che incoraggia lo stupro, le droghe, l'omicidio, il
> suicidio e i temi satanici". E noi abbiamo detto: "è solo divertimento,
non
> ha effetti negativi, per cui continuate così".
>
> Ora ci chiediamo come mai i nostri figli non hanno coscienza e non sanno
> distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato. E perché non gliene
> importa niente se ammazzano estranei, compagni di classe o se stessi.
>
> Probabilmente, se ci pensiamo bene, possiamo trovare una spiegazione. Io
> penso che abbia molto a che fare con: "noi raccogliamo ciò che abbiamo
> seminato".
>
> "Caro Dio, perché non hai salvato la piccola bambina che è stata uccisa
> nella sua classe? Distinti saluti... uno studente preoccupato."
>
> E LA RISPOSTA: " Caro studente preoccupato, non sono ammesso nelle vostre
> scuole. Distinti saluti, Dio".
>
> Buffo com'è semplice per la gente gettare Dio nell'immondizia e
> meravigliarsi perché il mondo sta andando all'inferno.
>
> Buffo come crediamo a quello che dicono i giornali, ma contestiamo ciò che
> dice la Bibbia.
>
> Buffo come tutti vogliono andare in Paradiso, ma al tempo stesso non
> vogliono credere, pensare e non vogliono fare niente di ciò che dice la
> Bibbia.
>
> Buffo come qualcuno può dire: "credo in Dio", per poi seguire satana, il
> quale - a proposito - anche lui "crede" in Dio.
>
> Buffo come facciamo in fretta a giudicare ma non altrettanto ad accettare
> di
> essere giudicati.
>
> Buffo come si mandino migliaia di barzellette via e-mail che si propagano
> come un incendio, ma quando cominci a mandare messaggi che riguardano il
> Signore, le persone ci pensano due volte a scambiarseli.
>
> Buffo come tutto ciò che è indecente, scabroso, volgare e osceno circoli
> liberamente nel cyberspazio, mentre le discussioni pubbliche su Dio siano
> state soppresse a scuola o sul posto di lavoro.
>
> Buffo come qualcuno può infervorarsi tanto per Cristo la domenica, mentre,
> di fatto, è un cristiano invisibile durante il resto della settimana.
>
> Stai ridendo?
>
> Buffo che quando inoltri questo messaggio tu non ne dia una copia a molti
> di
> quelli che sono nella tua lista degli indirizzi perché non sei sicuro del
> loro credo o di che cosa penseranno di te per il fatto di averglielo
> mandato.
>
> Buffo come posso essere più preoccupato di ciò che pensa la gente di me,
> piuttosto che di ciò che Dio pensa di me.
>
> Stai pensando?
>


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

martedì 30 novembre 2004
ore 08:53
(categoria: "Pensieri")


INVITO DELLA FOLLIA


LA FOLLIA DECISE DI INVITARE I SUOI AMICI A PRENDERE UN CAFFÈ DA LEI.
DOPO IL CAFFÈ, LA FOLLIA PROPOSE:
"SI GIOCA A NASCONDINO?".
"NASCONDINO? CHE COS'È?" - DOMANDÒ LA CURIOSITÀ

"NASCONDINO È UN GIOCO. IO CONTO FINO A CENTO E VOI VI NASCONDETE. QUANDO AVRÒ TERMINATO DI CONTARE,
CERCHERÒ E IL PRIMO CHE TROVERÒ SARÀ IL PROSSIMO A CONTARE".
ACCETTARONO TUTTI AD ECCEZIONE DELLA PAURA E DELLA PIGRIZIA.
"1,2,3. - LA FOLLIA COMINCIÒ A CONTARE.
LA FRETTA SI NASCOSE PER PRIMA, DOVE LE CAPITÒ. LA TIMIDEZZA, TIMIDA COME SEMPRE, SI NASCOSE IN UN GRUPPO D'ALBERI.
LA GIOIA CORSE IN MEZZO AL GIARDINO.
LA TRISTEZZA COMINCIÒ A PIANGERE, PERCHÉ NON TROVAVA UN ANGOLO ADATTO PER NASCONDERSI.
L'INVIDIA SI UNÌ AL TRIONFO E SI NASCOSE ACCANTO A LUI DIETRO UN SASSO.
LA FOLLIA CONTINUAVA A CONTARE MENTRE I SUOI AMICI SI NASCONDEVANO.
LA DISPERAZIONE ERA DISPERATA VEDENDO CHE LA FOLLIA ERA GIA A
NOVANTANOVE.
"CENT! - GRIDÒ LA FOLLIA - COMINCERÒ A CERCARE."
LA PRIMA AD ESSERE TROVATA FU LA CURIOSITÀ, POICHÉ NON AVEVA POTUTO IMPEDIRSI DI USCIRE PER VEDERE CHI SAREBBE STATO IL PRIMO AD ESSERE SCOPERTO.
GUARDANDO DA UNA PARTE, LA FOLLIA VIDE IL DUBBIO SOPRA UN RECINTO CHE NON SAPEVA DA QUALE LATO SI SAREBBE MEGLIO NASCOSTO.
E COSÌ DI SEGUITO SCOPRÌ LA GIOIA, LA TRISTEZZA, LA TIMIDEZZA.
QUANDO TUTTI ERANO RIUNITI, LA CURIOSITÀ DOMANDÒ: "DOV'È L'AMORE?".
NESSUNO L'AVEVA VISTO.
LA FOLLIA COMINCIÒ A CERCARLO. CERCÒ IN CIMA AD UNA MONTAGNA, NEI FIUMI , SOTTO LE ROCCE.
MA NON TROVÒ L'AMORE.
CERCANDO DA TUTTE LE PARTI, LA FOLLIA VIDE UN ROSAIO, PRESE UN PEZZO DI LEGNO E COMINCIÒ CERCARE TRA I RAMI, ALLORCHÉ AD UN TRATTO SENTÌ UN GRIDO.
ERA L'AMORE, CHE GRIDAVA PERCHÉ UNA SPINA GLI AVEVA FORATO UN OCCHIO.
LA FOLLIA NON SAPEVA CHE COSA FARE.
SI SCUSÒ, IMPLORÒ L'AMORE PER AVERE IL SUO PERDONO E ARRIVÒ FINO A PROMETTERGLI CHE L'AVREBBE SEGUITO PER SEMPRE.
L'AMORE ACCETTÒ LE SCUSE.
OGGI, L'AMORE È CIECO E LA FOLLIA LO ACCOMPAGNA SEMPRE.



COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

martedì 23 novembre 2004
ore 00:31
(categoria: "Vita Quotidiana")


ci prova
ciao raga sto a fa na prova

LEGGI I COMMENTI (6) - SEGNALA questo BLOG

DICEMBRE 2018
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

RICERCA:
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:


BOOKMARKS

Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE: