BLOG MENU:


blackqueen, 30 anni
spritzina di
CHE FACCIO? fingo di essere un’adulta
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO



HO VISTO



STO ASCOLTANDO



ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...



OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata

Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:








(questo BLOG è stato visitato 5464 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



domenica 18 marzo 2012 - ore 09:53


Troppe troppe troppe
(categoria: " Vita Quotidiana ")






e complimenti al produttore del video... gente che davvero sa come passare il tempo!!!

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



mercoledì 2 febbraio 2011 - ore 20:24


In laboratorio spopola!!!!
(categoria: " Vita Quotidiana ")






COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



domenica 9 gennaio 2011 - ore 17:29


Dov’è la Cambogia?
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Oggi in preda a shopping consolatorio
mi avventuravo verso la cassa di H&M...

La commessa esordisce con: "dov’è la Cambogia!?"
il coglione di collega ribadisce " Si Fra dov’è la Camboglia?"
"Cambogia!"
"Dovrebbe essere in asia!"
...

Ero senza parole... neanche buon giorno sono riuscita a dire


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 22 novembre 2010 - ore 08:32



(categoria: " Vita Quotidiana ")


a marzo ci sono i Symphony X!

e vai!


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 25 ottobre 2010 - ore 20:48


basta per favore basta
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Hoi signora sfiga....

devo aspettare le vacanze di natale?


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



domenica 10 ottobre 2010 - ore 09:51


Lettera alla sfiga.
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Gentile sfiga

dopo intense giornate trascorse insieme, le chiederei di prendersi una vacanza.

sono state settimane interessanti, ma il mio sistema nervoso e quello gastroenterico non ce la fanno piu’.

La prego di prendersi una lunga vacanza dai suoi imepegni lavorativi, e di farsi rivedere solo l’anno prossimo.

Cordiali Saluti


LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



venerdì 24 settembre 2010 - ore 20:37


Rivoluzione.
(categoria: " Pensieri ")




Finalmente ho la forza di reagire.
E il pensiero dei problemi economici non mi turba nemmeno.

Questo davvero mi fa capire che sono al limite.

Se devo giocare a figlia ingrata vs Madre abbandonaata
ci sto.

Adoro la competizione







COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 14 settembre 2010 - ore 21:13


regola semplice
(categoria: " Vita Quotidiana ")


se sono di umore nero


ARIA

sono instabile come il sodio metallico all’aria...

non rompetemi le scatole con frasi stupide.

poi sono cazzi vostri se diventate le valvola di sfogo


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



mercoledì 25 agosto 2010 - ore 21:57


O si ci andremo... eccome... io metto già da parte i fondi...
(categoria: " Viaggi ")


Iceland






magari restiamo li... si sa mai che dio vulcano ci aiuti



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



mercoledì 18 agosto 2010 - ore 18:16


Sarà così anche a casa mia
(categoria: " Ricette ")






COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI
[centre]Le mie parole sono sassi, precisi e aguzzi, pronti da scagliare, su facce vulnerabili e indifese, sono nuvole sospese, gonfie di sottintesi, che accendono negli occhi infinite attese sono gocce preziose, indimenticate, a lungo spasimate e poi centellinate, sono frecce infuocate che il vento o la fortuna sanno indirizzare Sono lampi dentro a un pozzo, cupo e abbandonato, un viso sordo e muto che l’amore ha illuminato, sono foglie cadute, promesse dovute, che il tempo ti perdoni per averle pronunciate sono note stonate, sul foglio capitate per sbaglio, tracciate e poi dimenticate, le parole che ho detto, oppure ho creduto di dire, lo ammetto strette tra i denti, passate, ricorrenti, inaspettate, sentite o sognate… Le mie parole son capriole, palle di neve al sole, razzi incandescenti prima di scoppiare, sono giocattoli e zanzare, sabbia da ammucchiare, piccoli divieti a cui disobbedire, sono andate a dormire, sorprese da un dolore profondo che non mi riesce di spiegare fanno come gli pare, si perdono al buio per poi continuare Sono notti interminate, scoppi di risate, facce sovraesposte per il troppo sole, sono questo le parole, dolci o rancorose, piene di rispetto oppure indecorose Sono mio padre e mia madre, un bacio a testa prima del sonno un altro prima di partire, le parole che ho detto, e chissà quante ancora devono venire… strette tra i denti risparmiano i presenti, immaginate, sentite o sognate, spade, fendenti, al buio sospirate, perdonate, da un palmo soffiate
NOVEMBRE 2018
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30