BLOG MENU:


barna, 23 anni
spritzina di padova
CHE FACCIO? economia
Sono middle

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO

marcela serrano, lo que està en mi corazòn..sono un grande ammiratrice di questa scrittrice cilena, però capisco che a chi è poco appassionato di sudamerica e di punti di vista al femminile possa non piacere..scritto in spagnolo molto avanzato e complesso, ne vale la pena ma come lettura impegnata, non da ombrellone
mi sono rigenerata con fabio volo, un posto nel mondo
e ora mi tuffo nei problemi da dipendenza- marco baldini, il giocatore
dopo la parentesi seria, quella comica con natalino balasso- l’anno prossimo si sta a casa e libri vari della littizzetto
d’ora in poi fun is over..ricomincia l’alta stagione..libri e appunti targati umich

HO VISTO

ligabue, da zero a dieci..come regista e come scrittore di fantasy un pò science fiction (consiglio la neve se ne frega, breve ma intenso)ha un talento inaspettato

STO ASCOLTANDO

il silenzio

ABBIGLIAMENTO del GIORNO

casual

ORA VORREI TANTO...

avere voglia di fare

STO STUDIANDO...

mas que nada..

OGGI IL MIO UMORE E'...

febbricitante

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata

viva las mujeres españolaaaaaaaaaaaaaaaaas..y su princesaaaaaaaaaaaaaaaaaaa




(questo BLOG è stato visitato 2264 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]





sabato 7 ottobre 2006 - ore 01:35


l’acqua cheta distrugge i ponti
(categoria: " Vita Quotidiana ")


c’è chi gira per la miglior business school d’america
con la maglietta ready to try any position
e non si chiede
ma come mi permetto io?

c’è il mio vicino di banco col
pollicione che gli esce dalla scarpa rotta
e non si vergogna

ci sono io che canto love in an elevator
per il corridoio
ricordandomi dopo enne occhiatacce che qui mi capiscono
e mi dico che
forse non è il caso

ci sono io che esco da kickboxing
e trovo un righello nella doccia
e mi chiedo
è peggio un righello nella doccia delle donne
o una fettuccia in quella degli uomini?

c’è chi si fa troppe domande spesso inutili
c’è chi se ne sbatte
e vive spensierato

ma alla fine chi lo sa se ne vale la pena


LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



mercoledì 13 settembre 2006 - ore 04:16


l’istruttore di fitness
(categoria: " Vita Quotidiana ")


people who come to class
not to get bored of their noon
keep goin’ high impact

until boredom becomes PAIN

ghghgh

io adoro quest’uomo

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



domenica 10 settembre 2006 - ore 20:22


saggezza cinese
(categoria: " Vita Quotidiana ")


keep your face to the sun and you
will never see the shadows

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



sabato 9 settembre 2006 - ore 23:01


la fiera dell’assurdo
(categoria: " Vita Quotidiana ")


in questo paese ne succedono di tutti i colori

gente che arriva in aula
si toglie le scarpe
e usa una sedia come poggiapiedi

cellulari sempre accesi

sbadiglio libero con tanto di stiracchiamento

io che batto un cinese a ping pong

io che mi addormento dopo aver bevuto uno
starbucks coffee
segno evidente di quanto sia scadente
noto l’effetto che caffeina e liquerizia hanno su di me

io che leggo glamour

una ragazza di colore che grida in mezzo al campus
formato all’85% da asiatici
(14% americani bianchi, 1% americani neri)
I hate orientals
io in quel momento devo essermi mimetizzata
dentro un cespuglio tipo squirrel
per evitare ritorsioni
ma nulla successe

la gente che si ipnotizza al supermercato
a guardare il mio carrello alieno pieno di frutta,verdura e yogurt
così io ne approfitto per dribblarli
e fregare il posto alla cassa

la mia coinqua la taiwan
che dorme a qualsiasi ora del giorno
ma mai la notte

la pioggia battente sul calcio d’inizio
della partita di football contro il central michigan
dopo una mattinata di sole tropicale

mai chiedersi perchè ..
la risposta la trovo nelle mie radici
tos baros caval d’na nos, la nos las rumpè tos baros u sa mazzè

come dice celentano
.. eppur mi sento forte sai
sarà perchè non odio mai ..

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



mercoledì 6 settembre 2006 - ore 03:51


il karma non perdona
(categoria: " Vita Quotidiana ")


carissima michiganese
o ghanese del michigan

che tanto mi sfottevi
qualche giorno fa

ti ho vista sai
hai voluto fare la vips
e venire in palestra con tutte le tue belle nudità esposte

non hai fatto i conti col tempo del michigan
che non solo
fa quello che vuole perchè no se ga mai sposà
come si dice a pd
ma è letteralmente imprevedibile

lo so anche io che siamo entrate
al U-move fitness col sole a picco
ma un’ora dopo
al varco ci aspettava il diluvio universale

e allora io
ho preso fuori le mie doppie felpe
la mia giacca a vento
e nonostante non avessi l’ombrello
sono arrivata a casa a mollo
ma dignitosamente

invece tu
dove sei rimasta impantanata con le tue infradito?

non piangere cheri
domani ti passano a prendere

qui lo ritirano al mercoledì

l’umido

LEGGI I COMMENTI (4) - PERMALINK



domenica 3 settembre 2006 - ore 17:50


ANNA
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Deriva dall’ebraico Hannáh e significa secondo alcune fonti "grazia, graziosa" e secondo altre "Dio ha avuto misericordia". Nella tradizione cristiana, Anna fu la madre della Madonna.

Nella candida rosa dei beati, Dante colloca Sant’Anna di fronte a San Pietro, tant’era diffuso già allora il culto della madre di Maria.
Infatti fin dal Medioevo Anna è il nome femminile più diffuso in Italia dopo Maria; anche se, curiosamente, la madre della Madonna non è mai nominata nei Vangeli canonici, ossia quelli accettati dalla Chiesa, mentre appare negli apocrifi. Tuttora Anna continua a piacere mentre Maria è in declino fra le nuove generazioni.
Anna, la moglie di Gioacchino, era sterile ma dopo molte preghiere ebbe la grazia di generare in età avanzata una figlia, Maria.
Sant’Anna, che è festeggiata il 26 luglio, divenne nel Medioevo la patrona delle donne che desiderano la maternità, delle partorienti e delle madri di famiglia.
Anna è un nome che già esisteva nella Roma Antica. Così si chiamava una dea, Anna Perenna, che veniva festeggiata alle Idi di Marzo quando cominciava il nuovo anno. Ovidio riferiva che alle Idi di Marzo si andava a sacrificare in pubblico e in privato ad Anna Perenna per poter passare felicemente da un anno all’altro che in latino si diceva annare; Anna era in realtà l’anno al femminile.

la storia mi ricorda che sarò io a crescere grazie a te
e non chiedo nulla di meglio

stupisciti sempre
continua a piangere e a sorridere
non temere niente e nessuno

degli altri si occuperà la vita


LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



venerdì 1 settembre 2006 - ore 19:34


la maledizione del decimo giorno
(categoria: " Vita Quotidiana ")


nel mio decimo giorno di vita a barcellona
avevo un piede nero e grosso
e mi trovavo all’hospital del mar
per una tendinite pazzesca
dovuta al troppo camminare in cerca di casa

nel mio decimo giorno statunitense
eccomi uscita dall’ospedale

dipendente da er,grey’s anatomy,dottor house
e compagnia bella

mi aspettavo una roba pazzesca
avanti e indietro di gente agonizzante
attese lunghissime
ambiente super caotico
medici in corsa

invece
atmosfera relax
musica dappertutto
in un’ora ho avuto l’appuntamento
fatto gli esami
sono stata visitata
il medico ha avuto i referti degli esami
me li ha commentati
mi ha prescritto le medicine
le ho prese alla farmacia interna
ed ero fuori

un’ora!!!!

e al fantastico costo di 11 dollari

se penso da noi
le trafile anche per un banale esame del sangue
per qualche boccetta
devi fare mille viaggi
medico di base
laboratorio di analisi
referti
ritorno dal medico di base

certo, il sistema e’ privato e tutti i mesi si paga
ma se questi sono i risultati
ne vale la pena!

fatto sta che la mia maledizione
non ha ancora una cura

per fortuna mia
in vacanza
ne sono immune

..almeno quello..




LEGGI I COMMENTI (3) - PERMALINK



martedì 29 agosto 2006 - ore 22:58


tolleranza zero
(categoria: " Vita Quotidiana ")


carissima michiganese
o ghanese del michigan

che mi vieni incontro sghignazzando
in canottiera, shorts e infradito
con gli occhiali da sole sotto la pioggia

e mi fai la radiografia con compassione
calzini, scarpe pesanti, pantaloni pure
canottiera, maglia a maniche corte
felpa, giacca e ombrello

rigorosamente aperto
( ormai se provo a chiuderlo si rifiuta )

si si tu
sto parlando con te

ridi poco sai
perchè io sono freddolosa e lo ammetto
e non servono le tue gambette in bella mostra
a ricordarmi che tra poco
ci lascerò le penne
a meno venti

e allora per rincuorarmi mi dedicherò i modena

... e se sei persa
in qualche fredda terra straniera
ti mando una ninnananna
per sentirti più vicino ...

io comincio ad avere paura del generale freddo
come durante la campagna di russia

forse non è proprio il precedente cui dovrei pensare ora

no, anche no

LEGGI I COMMENTI (4) - PERMALINK



lunedì 28 agosto 2006 - ore 18:44


l’incubo del time management
(categoria: " Vita Quotidiana ")


alla domanda
qual e’ l’aspetto peggiore dell’universita’ del michigan
ci hanno risposto la gestione del tempo

questi hanno il terrore di non riuscire
e lo stress a cui si auto-condannano
fa’ si che la fretta sia il comune denominatore
di qualsiasi aspetto della loro vita

per fare un esempio
una studentessa
ci si e’ presentata cosi’

Hi I’m Jam double maj in Econ and Com
che con la dovuta calma,e pronunciato a meno di 100 all’ora,significa
Hi I am Jamie and I am double majoring in Economics and Communication

bah..capirli..

stiamo sperimentando la sensazione di essere la minoranza piu’ minoranza della minoranza
noi europei siamo 10
2 tedeschi
2 francesi
1 svizzero
1 scandinavo
4 padovani
( padovani..un veronese, una bocconiana,
la futura sposa di un americano ed io romagnola 80% )

e finora abbiamo tutti lo stesso migliore amico

l’ombrello

quando ci americanizzeremo
si capira’ perche’ i nostri migliori amici
saranno agenda, palmare e pocket pc

dio ce ne scampi e liberi

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



sabato 26 agosto 2006 - ore 19:20


della serie .. facciamoci riconoscere
(categoria: " Vita Quotidiana ")


ballicchiavo in una balera alla casadei
un boogie jazz lounge soul black
insomma, una schifezza
insieme a dei pittoreschi clienti
eta’ media 75

parlavo con delle coreane
innamorate del mio naso

e mi sono ricordata dell’episodio clou
della giornata

io e il prof a passeggio per south university
io che (strano!?!) canto
il piave mormorava calmo e placido
al passaggio dei primi fanti il 24 maggio

un passante ’mmmmericano
commenta

qui ormai si parla solo cinese

ghghghgh

e tremarono le fondamenta dell’accademia della crusca

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI
MAGGIO 2020
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31


Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:


Compaesane vicine e affini

tita ilu col80
sbambo82
sunrise80

Prossima number one del listone FDL


bag-ashe

Brindisi di capodanno 2005 aspettando la metro a bcn con la coca cola della macchinetta


body1979 guest83

Simpa fes


chobin

Viva noi ballerine


vampina

Non mi saluta mai


ashe

J’adore


jighen

Gli altri della 3^C


rosto ciak83

In classe insieme in prima liceo


ebe

Mi dispiace per gli altri
ma solo noi possediamo i cani migliori del mondo

abri

San vito caput mundi


turkish cockstar paolo83
ale79pd
darden san vito


From Fondation with love


syl@ moreno morello

Tornerà tra noi o ce lo rapiranno nell’altopiano della sila?

alvise83

Supercarrambata dopo secoli


LUPOO!


BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!


UTENTI ONLINE: