BLOG MENU:


Amara, 30 anni
spritzina di Montegrotto terme
CHE FACCIO? Archeologa pre/protostorica
Sono single

utente certificato [ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO

L’allegria degli angoli - Marco Presta
Ulysses - James Joyce
Le cronache del ghiaccio e del fuoco - George R. R. Martin


HO VISTO

esplodere i sogni in una miriade di coriandoli

STO ASCOLTANDO

Ho imparato a sognare - Negrita

ABBIGLIAMENTO del GIORNO

Pantaloni e maglia da scavo

ORA VORREI TANTO...

Una routine

STO STUDIANDO...

Antichità Egee

OGGI IL MIO UMORE E'...

Confuso

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata




(questo BLOG è stato visitato 29270 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]





mercoledì 2 dicembre 2015 - ore 18:17


Svolte
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Lo ammetto, scrivo qui solo quando nella mia vita succede qualcosa che lascia traccia.
Non si tratta mai di eventi specifici come i traguardi nello studio, nuovi lavori o relazioni sentimentali appena iniziate, si tratta di svolte o, come direbbe il mio amato Joyce, turning point.
In quest’ultimo anno e mezzo, devo confessarlo, il mio leitmotiv è stata la rottura con il mio ex. Non mi vergogno ad ammetterlo e non mi sento nemmeno ridicola. Questa separazione mi ha fatto soffrire davvero moltissimo e mi ha messo alla prova ogni singolo giorno della mia vita. Le conseguenze all’inizio sono state catastrofiche perché oltre a perdere colui che consideravo il grande amore della mia vita ho perso degli amici, ho perso la fiducia in me stessa, ho perso la calma e anche la bussola. I primi devastanti mesi li ho passati cercando di controllare la mia impulsività e il mio desiderio a dir poco devastante di andare a spaccargli la faccia. Poi il rancore è stato sostituito dal desiderio di tornare con lui e a tutta una serie di tentativi di riavvicinamento che sono stati a dir poco disastrosi. Mi sono messa in ridicolo, ho esposto il fianco in modo imbarazzante e alla fine ho raccolto solo pugnalate su pugnalate. Tuttavia, mentre il mio povero cervello se ne stava a ossessionarsi su di lui una parte di me, penso quella saggia, ha cominciato a costruire dei mattoni che avrebbero costituito le fondamenta della persona che sono adesso. Quando ci si mette insieme da ragazzini (perché avevo 22 anni ed ero un concentrato di irrazionale immaturità) e si diventa grandi insieme (perché ne avevo appena compiuti 29 quando ci siamo lasciati) la persona a cui sei affiancato diventa tutto il tuo universo. Diventa amante, amico, fratello, confidente e anche pungeball su cui sfogare tutte le ansie, le frustrazioni, le manie e le insicurezze. Insomma, il poveretto si portava appresso un bel fardello, non c’è che dirlo. Dopo la rottura, questa figura fondamentale viene a mancare e ci si ritrova completamente fuori fase. Come si ricomincia?
Ve lo dico, non lo so. Personalmente io mi sono buttata a capofitto su studio, lavoro e nuove relazioni umane (non relazioni amorose, la sola idea mi dava il volastomaco). All’inizio si tratta solo di palliativi che si usano per non pensarci e poi, poco a poco, queste cose diventando nuove fondamenta. Più passano i giorni più ci si riscopre. Fondamentalmente ci si rende conto che è possibile stare da soli, anzi, è strabello stare da soli. Gli altri diventano piacevoli compagnie, diventano persone e non più "cose" con cui legittimare la propria esistenza. Si impara a sfogarsi con sé stessi e si impara a dosare la fiducia. Gli scivoloni ci saranno lo stesso, qualche ometto con finti sorrisi e belle parole riuscirà comunque a portarci a letto e poi ad abbandonarci subito dopo ma l’effetto che farà sulla nostra esistenza non sarà più critico e triste come le volte passate. In sostanza cresce esponenzialmente la fiducia che riponiamo in noi stessi. E l’ex? Oh bhè, lui se ne sta sempre lì, come un piccolo tarlo che scava nel cervello e nel cuoricino ma ogni giorno lo farà sempre di meno. Tutti mi dicevano che un giorno sarebbe sparito e non avrebbe fatto più male e nel corso di quest’ultimo anno mi sono convinta più volte che quel momento fosse arrivato. BALLE. Questo almeno fino a che, pochi giorni fa, mossa da qualcosa successo ad una mia amica, mi sono ritrovata a sentirmi pronta per sapere cosa ne fosse della sua vita adesso. Così armata di armi da stalker professionista (un altro accounti di FB) sono andata a spulciarmi la sua vita. Ho visto che è felice, ho visto una morosa nuova (moooolto carina tra l’altro) e mentre guardavo cercavo nel petto il dolore. Cercavo di tirare fuori dello struggimento e del rimpianto e invece bhò, non c’erano. Così ho tirato fuori le vecchie foto e le nostre canzoni e ho ricominciato a cercare il dolore. Niente, non ne voleva sapere di venire fuori. Non solo non stavo più male e non ero più incazzata con lui ma non mi mancava e soprattutto ero FELICE per lui. Ammetto di essere rimasta un po’ spiazzata da me stessa. Cioè tipo.. .Marty, ma sei sicura di essere tutta a posto? Ma hai presente chi è quello e cosa ti ha fatto? Risposta a me stessa. Oh si, lo so bene, è il tizio che per sei anni e mezzo mi ha fatto stare bene e mi ha aiutata a crescere. Bhè però ti ha trattata di m3rda. Eh, vabbuò, che fa. Ormai è andata, ma guarda che fiorellino sono adesso. Morale, ho persino ripristinato la sua esistenza nel mio passato; ho archiviato il file. Ecco il turning point: la fine della sofferenza. Ma pe davero eh. Lo ami ancora? Bhò, non credo. Ci torneresti insieme se tornasse? Ma sai che non lo so? Forse no, probabilmente no. E quindi niente, figo, evviva me! C’è una sola cosa che vorrei ora. Non fingere più di non conoscerci se ci incrociamo, magari berci un caffè insieme con serenità riconoscendo che è stato un bel passato, che è finito e che andare avanti è una figata. Aspettando l’inaspettato al momento io sono felice.

LEGGI I COMMENTI (1) PERMALINK



APRILE 2020
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30


Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!


UTENTI ONLINE: